“Casablanca”: 74 anni di emozioni in bianco e nero

0 992

Casablanca: 74 anni di emozioni in bianco e nero

A scene still from "Casablanca," the Oscar®-winning Best Picture of 1943, features Humphrey Bogart as Café Americain owner Rick Blaine with Dooley Wilson who portrayed piano player Sam. Restored by Nick & jane for Dr. Macro's High Quality Movie Scans Website: http:www.doctormacro.com. Enjoy!

Il celeberrimo film Casablanca è ormai divenuto  sinonimo di cinema. Uscito il 26 novembre 1942, la pellicola ha vinto tre Oscar, rispettivamente come Miglior film, Miglior regia e Miglior sceneggiatura non originale. Non si contano i tantissimi omaggi alla pellicola di Michael Curtiz in altrettant film come Una pallottola spuntata, Harry ti presento Sally,  nonchè varie citazioni nei film di Woody Allen,o nei Simpson, fino ad arrivare alla favolosa storiaa fumetti su Topolino di Giorgio Cavazzano (in mezzatinta per ricreare l’atmosfera del film).

La trama è sicuramente interessante e colpisce lo spettatore per il fluire degli eventi in maniera semplice ma mai banale. Rick Blaine gestisce il Rick’s Café Américain a Casablanca, territorrio facente parte della Francia occupata, durante la Seconda Guerra Mondiale: nonostante egli sia stato in passato un oppositore del regime filo-nazista, è ora neutrale per interesse economico. Un giorno nel suo locale giunge un malvivente con l’intento di vendere illegalmente e a caro prezzo  due lettere di transito (documenti fondamentali per raggiungere gli Stati Uniti e la pace), venendo però catturato dal Capitano Renault, funzionario della Francia di Vichy, il quale consegna a Rick i documenti perchè li consevi. L’arrivo di Ilsa Lund in fuga con il marito Victor Laszlo (leader della resistenza cecoslovacca) stravolge la sua vita. Ella è stata una sua vecchia fiamma ai tempi dell’occupazione di Parigi, vicenda finita male per la fuga di Ilsa verso il marito, creduto prima morto per mano dei nazisti. Laszlo è però sempre in pericolo e la fuga in Marocco potrebbe trasformarsi nella sua tomba, per questo la moglie cerca di trovare delle lettere di transito. Rick però non vuole venderle per nessuna cifra poichè è ancora innamorato di Isla e non vuole perderla una seconda volta. Il finale tormentato vedrà i due coniugi fuggire verso gli Stati Uniti, grazie alla decisione presa da Rick, sacrificando così il suo amore.

casablanca-17fga0mCasablanca è il film che ha consacrato nella settima arte i nomi di Humphrey BogartIngrid Bergman, il primo per il suo eterno fascino da duro, la seconda per la sua incredibile bellezza. Il film è considerato un capolavoro soprattutto per alcune scene indimenticabili nella mente di tutti i cinefili mondiali. Il pianista Sam, personaggio di sfondo nella storia, è stato capace di entrare nella memoria collettiva grazie alla scena del piano con Ilsa: «Suonala Sam, suonala mentre il tempo passa» è una frase entrata nel linguaggio comune che ebbe fin da subito grande impatto. Un momento commovente, dove sconfitta, gioia, dolore e ricordi si fondono assieme per emozionare milioni di spettatori.

Il bianco locale Rick’s Café Américain è un crocevia di storie: chi parte verso mondi lontani alla ricerca di una pace tanto bramata e chi rimane, in attesa di un destino amico. Rick diventa un eroe tragico, sacrificando il suo amore per la salvezza della donna amata, in modo tale da assicurare un futuro roseo a lei e al marito. Un eroe che ha consegnato il personaggio di Humphrey Bogart, con la sua passione per il fumo e con l’inconfondibile impermeabile, all’immortalità. Un capolavoro di intrattenimento leggero, come Il Mago di Oz e Via col vento, destinati a rimanere nell’Olimpo del cinema, “mentre il tempo passa”.

Marco Gobbi per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.