Requiem for John Milton

0 804

Requiem for John Milton

dore1È l’8 novembre 1674 quando Londra saluta per l’ultima volta lo scrittore inglese John Milton, nato il 9 dicembre 1608, sempre nella capitale britannica.
La vita l’ha condannato ad una miserabile condizione di povertà e cecità, ma la sua mente visionaria e drammatica elabora il capolavoro che lo consacra alla gloria imperitura. Il Paradiso Perduto, il poema lirico e visionario che racconta in 12 libri la storia più vecchia del mondo. E te ne fa innamorare.

Paradiso Perduto narra la caduta dell’angelo più bello dall’alto dei cieli e la cacciata di Adamo ed Eva dal dolce Eden. La spirale tormentosa verso l’abisso non porta mai alla vittoria, ma fa vivere l’ebrezza della vita onnipotente. Dolore per la perdita del Paradiso e consapevolezza della dannazione eterna.
Lucifero è splendente e vuole brillare di luce propria. L’ambizione lo induce a sfidare l’unico Signore, vuole stare al suo fianco e fissarlo negli occhi. Ma la superbia è punita con la caduta nel gelido Inferno e la beatitudine è preclusa per sempre.

Milton crea un Satana disubbidiente dal fascino tutto umano. È filantropo ammaliatore che coltiva gli istinti e si perde nei più sfrenati desideri. Sperimenta il libero arbitrio e spezza le catene della servitù morale per diventare Signore di Se Stesso nella maestosa cattedrale del Pandemonio.

John-Milton-El-paraiso-perdidoMeglio regnare all’Inferno che servire in Paradiso
.

Ma Lucifero vuole tentare anche l’uomo e diventa rospo e serpente. Rende consapevole Eva della sua bellezza e la induce al peccato originale. Adamo innamorato la segue e baratta il suo Dio per la vanità femminile. L’ardore di conoscenza rende gli uomini infelici e assecondare le passioni è il mezzo più veloce per diventare schiavi.

John Milton riprende le origini bibliche e racconta la storia dell’umanità in perenne lotta contro se stessa e contro la divinità. Guarda al figlio prediletto, che nel divenire storico ha irreparabilmente corrotto il suo rapporto privilegiato con Dio. Ma vivere senza fede è impresa impossibile e nell’oscurità del cammino torna la ricerca di un dialogo con la forza invisibile e panteistica.

Blake1Ammiratore inestimabile della tradizione letteraria classica, Milton cresce leggendo e studiando la Divina Commedia, i testi di Petrarca e Tasso. Nei testi sacri e in Omero trova le radici dell’uomo e il suo genio onirico lo porta ad esprimersi in versi sciolti.
La sua protesta libertaria e anti tirannica lo condanna all’impopolarità ma la sua poesia gli riserva l’immortalità.

Di una bellezza drammaticamente romantica sono le illustrazioni all’opera di Gustavo Dorè e William Blake mentre temi e spunti sono disseminati in moltissima della produzione letteraria e musicale attuale.
David Gilmour rivela l’ispirazione al secondo libro di Paradiso Perduto per la realizzazione dell’ultimo album Rattle that lock. Into the pandemonium è poi il titolo dell’album del gruppo metal svizzero Celtic Frost.

La forza della seduzione miltoniana raggiunge l’apice nel film L’avvocato del diavolo, dove la risata satanica e dissacrante del signor Milton chiude il sipario condannando tutti alla perdizione eterna.

Arianna Nicora per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.