Back toDay. 6 novembre

0 389

Buondì, oggi è una giornata all’insegna del fallimento. Ma non solo, per carità!

Ottantasette anni fa il repubblicano Herbert Hoover stravinceva alle elezioni presidenziali degli USA. Il suo partito si era adagiato sugli allori dei Roaring Twenties, opulenti a dispetto dell’austero faccino alla Charlie Brown del predecessore di Hoover, il presidente Coolidge. Ma la festa, come tutti sanno, non durò e Hoover si dimostrò il miglior alleato della crisi del 1929, prendendo provvedimenti uno più disastroso dell’altro, tranne che per le grandi industrie (ma non perché fosse imparentato con gli Hoover dell’Ohio, quelli degli aspirapolvere!). Quando tentò una timida rielezione nel 1932 gli elettori gli risposero con un due di picche.

Oggi è anche il compleanno di R6-novembre-2on Underwood (1953), regista hollywoodiano che aveva portato a casa un buon successo con la commedia Scappo dalla città nel 1991, convertendo i 27 milioni spesi in 179 di incasso. Il risultato si invertì quando girò Pluto Nash, un film sci-fi/comico con Eddie Murphy come protagonista. Su IMDB il voto totalizzato da questo temutissimo flop – il cui nome basta a far tremare un produttore – è 3,4 su 10. L’incasso fu di sette milioni contro i cento spesi.

Ma non ci sono solo tracolli in questa giornata: nel 1931 nasceva Mike Nichols regista dello smash-hit Il laureato (1967), morto il 19 novembre di due anni fa. E soprattutto – due anni prima di Nichols – veniva al mondo Ferruccio Soleri, che è stato per cinquanta lunghissimi anni l’Arlecchino di Giorgio Strehler. L’Arlecchino servitore di due padroni è stato replicato 2600 volte in tutto il mondo: un vero spiraglio di successo, in questo dì infausto.

Non faccio il menagramo! / Auguri assai sentiti

che ‘sti cattivi auspici / sian subito smentiti.

Andrea Meroni per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.