Back toDay. 26 ottobre

0 1.124

Back toDay. 26 ottobre

Votare per me significa prendere due al prezzo di uno”: Bill Clinton non ha mai nascosto (e, anche se avesse tentato, avrebbe fallito miseramente) l’influenza esercitata da sua moglie Hillary, attuale candidata alle elezioni presidenziali.

Visto che è tutto il mese che parliamo di quozienti intellettivi, il caso di questa coppia presidenziale è decisamente significativo: le fonti meno generose attribuiscono a lui un ragguardevole 137 e a lei un insigne 140. Alcuni maligni sostengono che l’ex-Segretaria di Stato dell’amministrazione Obama, che oggi compie sessantanove anni, abbia fatto al marito un ingente prestito di punti di I.Q. Per Bill quindi è una fortuna che la comunione dei beni funzioni anche in questo senso.

Nel 1797 nasceva un’altra donna che prestò i propri formidabili mezzi a uno, anzi, due uomini illustri. Parlo della cantante lirica Giuditta Pasta, mezzosoprano che diede tutta se stessa all’Anna Bolena di Gaetano Donizetti e alla Norma di Bellini. A dire il vero gli diede anche più di se stessa: erano ruoli da soprano, quindi tentò, non sempre con successo, di forzare il tetto del proprio range vocale.

Hillary ha dovuto chiudere (più di) un occhio con il marito, ma almeno non si è guastata la voce.

Consolati Giuditta: / la voce tua è partita,

ma ad altre hai tramandato / il ruolo di una vita.

(Per esempio, Joan Sutherland ti ringrazia aver fatto entrare in repertorio la Norma)

Andrea Meroni per MIfacciodiCultura

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.