Surfboards&Art: il progetto che vuole portare l’arte fra le onde

0 830

Surfboards&Art: il progetto che vuole portare l’arte fra le onde

Surfboards&ArtQuando si parla di sport si pensa subito a gare, pronostici, vittorie e sconfitte, emozioni, adrenalina. Ma da una passione profonda per il surf può nascere anche un progetto che punti a dialogare con l’arte: stiamo parlando di Surfboards&Art.

Quello dello sport è un campo che fin dall’antichità ha catturato anche l’attenzione di scultori, pittori, disegnatori i quali, attratti dal carattere universale del gesto atletico, hanno dato testimonianza nel corso dei secoli del fiorire delle più disparate attività agonistiche.
Il rapporto fra queste due discipline, sia pure con modalità diverse e legami più o meno stretti in funzione dei differenti momenti storici, è arrivato fino ai giorni nostri ed è proprio in questo filone che si inserisce la mostra Surfboards&Art che sarà inaugurata quest’oggi a Milano presso lo spazio Zona K, loft multifunzionale situato nel quartiere Isola.

Dario Pegoretti
Dario Pegoretti

Surfboards&Art è un’associazione che ha come obbiettivo quello di creare diverse serie di surfboards d’autore, promuovere l’arte nel mondo dei surfisti e dare la possibilità agli artisti di sperimentare nuove superfici. Il progetto è stato fortemente voluto da due giovani milanesi, Andrea Donadoni e Pietro Masperi, grandi appassionati di arte e ovviamente di surf da onda, che praticano in ogni stagione dell’anno. Masperi ha spiegato:

Nei periodi trascorsi in California ho notato diverse gallerie d’arte di Laguna Beach  e San Clemente che mettevano a disposizione propri spazi per permettere agli shaper, costruttori di tavole, e agli street artist di collaborare. Da lì ho iniziato a pensare all’idea di portare l’arte sulle tavole anche in Italia.

Per questa prima serie di tavole, i due ideatori hanno deciso di coinvolgere l’amico Dario Pegoretti, uno degli artigiani telaisti più apprezzati a livello mondiale che nel corso della propria carriera ha prodotto telai per biciclette in acciaio ed alluminio, dipinti interamente a mano ed ispirati al noto writer e pittore americano Jean-Michel Basquiat.

Riconosciute in tutto il mondo come vere opere d’arte, le biciclette di Pegoretti sono state utilizzate da atleti come Pantani, Roche, Cipollini e da celebrità come l’attore Robin Williams. Ed ora una nuova sfida, come solo lo sport può offrire e che solo il genio creativo può corroborare: trasferire il tocco artistico del famoso telaista su un diverso supporto, una nuova tela, la tavola da surf.
Innovazione, talento e creatività sono quindi le parole d’ordine di questo progetto, nel quale sarà possibile assaporare il fuoco della passione per il surf, attraverso le dieci tavole in cui sono rappresentati gli esclusivi modelli della collezione di biciclette di Pegoretti. Sarà inoltre possibile visionare le fotografie del progetto realizzate dal fotografo nonché ideatore di Surfboards&Art, Andrea Donadoni.

surfboard-2-1Comune denominatore dell’evento sarà l’entusiasmo che accoglierà chiunque vorrà partecipare a questo nuovo progetto e vedere da vicino queste opere d’arte “acquatiche”, parlare con gli ideatori dell’associazione e soddisfare ogni curiosità.
L’spetto più coinvolgente sarà proprio quello di riuscire a respirare la passione per questo sport, cogliere la nuova sfida che questi ragazzi si pongono, immaginare le tavole come quadri che solcano le onde di luoghi esotici e cogliere come il binomio sport-arte possa diventare momento aggregativo, di riflessione e perché no, di divertimento.

L’appuntamento è per oggi, martedì 20 settembre, presso lo spazio Zona K in via Spalato 11, Milano, dalle ore 18.30 alle 22.00.

Greta Zuccali per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.