Festival del Cinema di Venezia 2016: i film in gara

0 785

Festival del Cinema di Venezia 2016: i film in gara

rs-248320-emma-stone-ryan-goseling-la-la-land-sing-dance-trailer (1)
La La Land

È giunto il momento di vestire La Serenissima con un abito da sera: è iniziato da pochi giorni il Festival del cinema di Venezia. Giunti alla 73° edizione (è il festival cinematografico più antico del mondo), gli amanti della settima arte sono ansiosi di ammirare le opere in gara, ora disponibili anche in anteprima mondiale on demand.

Ad aprire le danze è stata un grande sorpresa, un film che ha riscosso molto successo per tutti i fortunati che hanno potuto essere al Lido: La La Land ha incantato il pubblico grazie a musica e recitazione fuse in una pellicola che ha tutto per far emozionare. Il giovane regista Damien Chazelle (salito alla ribalta con il furente Whiplash, vincitore nel 2015 di 3 premi Oscar) confeziona un piccolo capolavoro, cercando di unire i classici musical anni ’40 con elementi di totale sperimentazione. Attori principali di primissimo ordine come Ryan Gosling ed Emma Stone riescono a colpire il pubblico, cancellando i pregiudizi che si stavano creando intorno alla pellicola. Il film narra di un’aspirante cantante e di un musicista jazz che intrecciano le loro vite e i loro destini sullo sfondo di una città tanto luminosa quanto cupa come Los Angeles.

Tom_Ford_2009 (1)
Tom Ford

Da segnalare sicuramente il ritorno del regista Tom Ford con il film Nocturnal Animals: tratto dal romanzo Tony and Susan, personaggi interpretati rispettivamente da Amy Adams e Jake Gyllenhaal, il thriller racconta di una donna lasciatasi anni prima con il marito, che riceve da quest’ultimo un manoscritto del quale vuole una sua opinione. Da questo inizio molto strano ella è catapultata in una storia di vendetta, capace di trattenere lo spettatore incollato allo schermo.

Per quanto riguarda i documentari, al Festival del cinema di Venezia verrà presentato Voyage of time: life’s journey (Ecco il trailer del film): con le voci di Cate Blanchett e Brad Pitt è considerato da molti come una vera e propria esperienza dei sensi. Terrence Malick in appena 90 minuti ci presenta tutto quello che è successo dalla creazione del nostro universo fino alla comparsa degli esseri umani. Una analisi prettamente centrata sul passato che vuole però interrogarsi sul futuro, sempre più buoi e sempre più difficile da comprendere. Per i classici film di fantascienza non si può non menzionare Arrival di Denis Villeneuve.

L’Italia al Festival del Cinema di Venezia

The Young Pope (1)
The Young Pope

I film italiani che segnalo e che secondo me sono molto apprezzabili sono Questi giorni del regista Giuseppe Piccioni e Piuma di Roan Johnson. Storie di ragazzi, di amicizie e di amori che si scontrano con le loro vite, le quali rimarranno segnate. Il primo racconta di questo gruppo di amiche in un paese di provincia che partono per andare a Belgrado per conto di una di loro. Il secondo parla di Ferro e Cate, due ragazzi appena maggiorenni, in attesa della maturità e di un figlio che sta per arrivare. Fuori gara sicuramente da segnalare i primi due episodi della serie televisiva The young Pope del regista premio oscar Paolo Sorrentino. È la storia di questo giovane papa immaginario, interpretato da Jude Law, alle prese non solo con i problemi odierni della Chiesa ma anche con se stesso.

Venezia non è una comune città. Sembra possieda un’epoca tutta sua e un luogo a noi sconosciuto, staccata dalla realtà. I film sono come la Serenissima, entrambi sanno far emozionare chiunque sappia amarli. Buon Festival del cinema di Venezia.

Marco Gobbi per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.