Ginger Rogers, la stella danzante dal fascino eterno

0 568

Ginger Rogers, la stella danzante dal fascino eterno

Ginger RogersGinger Rogers (16 luglio 1911 – 25 aprile 1995) è stata tra le più illustri attrici e ballerine della storia dello spettacolo statunitense, inserita dall’American Film Institute al 14° posto delle più grandi leggende del cinema.

Diamante dell’Epoca d’oro di Hollywood, Ginger Rogers ha incantato spettatori e critica con le sue affascinanti e graziose performance, entrando di diritto nel cuore del pubblico, che l’ha resa indimenticabile e unico mito. Bellezza e fascino d’altri tempi, divenne una vera e propria icona e superstar inimitabile, catturando l’attenzione di famosi registi e coreografi, che le permisero di apparire in alcuni tra i film e musical di maggiore successo internazionale. Celebre inoltre la sua lunga e proficua collaborazione artistica con Fred Astaire, dando vita eterna ad una delle più importanti e popolari coppie della storia dello spettacolo.

Virginia Katherine McMath nasce a Indipendence, nel Missouri, figlia unica di un ingegnere. Dopo il divorzio dei genitori, la piccola cresce con la madre e i suoi nonni. Presto la madre si risposa e la nuova famiglia si trasferisce a Forth Worth in Texas. Qui inizia ad esibirsi in un teatro della città e nel 1926, dopo aver vinto una competizione di danza, fa la sua comparsa al The Craterian Theatre in Oregon. Successivamente diviene membro del gruppo Vaudeville chiamato “Ginger and Pepper” e fa il suo debutto nel musical di Broadway Top Speed nel 1929.

Gli anni ’30 sanciscono l’avvio della strabiliante carriera di Ginger Rogers con la partecipazione allo show di Broadway Girl Crazy nel 1930. Il 1933 segna invece il periodo stellare artistico in coppia con Fred Astaire: 9 film musical fino al 1939 che condurranno il duo alla fama eterna rivoluzionando per sempre il genere, grazie ad un’intesa di rara e raffinata bellezza. Nel contempo l’attrice americana porta avanti con successo anche la sua carriera solista nel mondo del grande schermo, vincendo nel 1941 L’Oscar come miglior attrice per il ruolo in Kitty Foyle.

catwalk_yourself_ginger_rogers_fred_astaire (1)Durante il decennio Ginger Rogers recita con innegabile maestria e bravura recitativa in altre note pellicole e nel 1949 torna per l’ultima volta al fianco di Fred Aistare in The Barkleys of Broadway, chiudendo così un fantastico ventennio, che entrerà invece in graduale crisi negli anni ’50. Dopo sporadiche apparizioni in programmi televisivi e alcuni film di minore successo, Ginger Rogers si allontana lentamente dalle scene, rimanendo comunque in ottimi rapporti con alcuni dei suoi colleghi del florido periodo artistico. Tanti sono i riconoscimenti e le celebrazioni a lei dedicate nel corso della carriera, a dimostrazione dell’importanza assunta nel combattivo e spesso conflittuale terreno dello show business americano. Dopo un grave ictus che la semi-paralizza e costringe su una sedia a rotelle, la superstar vive una vita serena e tranquilla lontano dai riflettori, fino al 1995 quando morirà colpita da un attacco di cuore. Le sue ceneri riposano al Oakwood Memorial Park Cemetery in California, accanto ai resti della madre.

Ivano Segheloni per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.