I Radiohead favorevoli alle riprese amatoriali durante i concerti

0 966

I Radiohead favorevoli alle riprese amatoriali durante i concerti

smartphone-concerto-300x168 (1)Nell’ultimo periodo, un argomento in ambito musicale sta creando diverse diatribe e polemiche contrastanti è quello riguardante le riprese con i device elettronici durante i concerti da parte del pubblico. Il fatto in questione è da ormai troppo tempo pratica abituale di numerosi spettatori, che piuttosto di godere a pieno delle esibizioni vivendo emozioni uniche, preferiscono assistere allo spettacolo attraverso lo schermo anonimo di uno smartphone, interessati perlopiù alla smania successiva di condividere il tutto sui social.

Alcuni artisti hanno recentemente manifestato il loro acceso sdegno per la diffusa abitudine, non ultima quella di Adele nel corso del concerto all’arena di Verona del 29 maggio scorso, quando ha severamente rimproverato un povero malcapitato colpevole del fattaccio. Altri cantanti, tra cui Alicia Keys, per tentare di ovviare a tale minaccia hanno testato delle innovazioni tecnologiche, su tutti Yondr, contenitore che permette di tenere custodito il cellulare per tutto l’evento facendo passare la voglia di scattare foto o riprendere video.

radiohead-scaletta-concerti-tour-20161-660x428 (1)Ci sono poi alcuni musicisti che inaspettatamente si discostano dall’opinione dei colleghi e risultano a favore ed anzi consigliano espressamente di riprendere anche interi spezzoni del proprio concerto per poi pubblicarli sulle pagine social. Stiamo parlando in questo caso dei Radiohead, gruppo che ha sempre fatto molto parlare di sé per le idee ed iniziative spesso in contrasto con le pratiche commerciali dello show business. La band britannica ha saputo così nel corso del tempo assicurarsi su di sé lo sguardo interessato di tutti, giocando a proprio piacere con il pubblico e i fan sparsi per il mondo, spesso andando favorevolmente incontro a quest’ultimi.
Ritornando alla questione principale, l’ennesima trovata di Thom Yorke e compagni ha ancora una volta sorpreso poiché bastian contrario all’idea comune che vieta le riprese amatoriali con i device elettronici ai concerti. Anzi, nelle loro pagine social, essi hanno altresì spinto vivacemente i fan a riprendere le loro esibizioni, e postarle successivamente su Facebook o addirittura in diretta simultanea su Periscope. Durante una tappa del loro ultimo tour in Islanda il gruppo ha persino dato la password wi-fi del luogo esortando a filmare e condividere in diretta live.

Ora, non sappiamo il vero intento che sta dietro a questa politica pro-smartphone attuata dai Radiohead, se vuole essere una trovata pubblicitaria di marketing o se semplicemente vogliano andare incontro ai voleri e desideri del proprio pubblico, come già ampiamente capitato. Quel che è certo è che la band inglese, per certi versi tra le più amate e rivoluzionarie del panorama musicale moderno, sa bene come far parlare di sé.

Ivano Segheloni per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.