“Così parlò Richard Strauss”, il geniale compositore del periodo tardo-romantico

0 1.181

Così parlò Richard Strauss, il geniale compositore del periodo tardo-romantico

richard-straussLa voce umana è il più bello strumento che esista, ma è anche il più difficile da suonare.

Richard Strauss (11 giugno 1864 – 8 settembre 1949) rappresenta uno dei più importanti e celebri compositori tedeschi di tutti i tempi, considerato certamente tra i maggiori musicisti del periodo tardo-romantico. La sua influenza nel XX secolo è chiara ed assodata grazie ad una ricca carriera artistica composta da alcune opere entrate di dovere nella storia della musica, contribuendo al suo glorioso e immortale ricordo.

La vita di Strauss è stata a tratti controversa e piena di sfumature, al pari delle sue composizioni, in particolare nell’ultimo periodo della sua esistenza, durante l’avvento del nazismo di stampo hitleriano e la successiva Seconda guerra mondiale. Studi e ricerche in merito si sono dibattute sulle reali posizioni politico/sociali del grande compositore, ma ad oggi nessuna risposta certa e definitiva è ancora stata trovata. Ciò che abbiamo appurato però con certezza è la sua vena creativa geniale, capace di prendere spunto da vari stili ed epoche musicali, per comporre vere e proprie poesie sonore di rara qualità e indimenticabile bellezza.

richard-strauss-y-hitler(1)
Strauss con Hitler

Richard Georg Strauss (da non confondere con gli omonimi fratelli compositori austriaci) nacque a Monaco di Baviera da una famiglia benestante e particolarmente interessata alla musica. Già in tenera età il piccolo Richard dimostra spiccati interessi e precoci doti musicali, tanto da imparare i primi rudimenti della composizione a soli 6 anni. Le lezioni con il noto maestro di cappella Friedrich Wilhelm Meyer contribuiscono a formare e caratterizzare lo stile del primo periodo compositivo del giovane tedesco, riscontrabili in alcune sonate, sinfonie e concerti. Dopo un breve cammino universitario interrotto bruscamente, Strauss nel corso di alcuni viaggi tra Dresda e Berlino, incontra Hans Von Bulow, direttore della cappella del Meinenger Hof, a cui succederà dopo la sua prematura scomparsa, fino al 1886. È proprio in questo periodo che il compositore bavarese trova nuova linfa per la creazione di un rinnovato stile musicale, che prende spunto da nomi celebri quali Richard Wagner e Franz Liszt, grazie ad opere sinfoniche quali Don Juan (1889), Tod und Verklarung (1890) e soprattutto uno dei suoi più noti successi Also sprach Zarathustra (1896), ripresa poi nelle battute iniziali per il film 2001: Odissea nello spazio.

2001(1)La fama mondiale già nell’aria, viene consolidata nel 1905 con l’opera Salomè, tratta da un poema di Oscar Wilde e nel 1909 con Elektra, la cui fonte letteraria deriva dall’Elettra di Sofocle. Entrambe rappresentano i lavori più innovativi e rivoluzionari di Richard Strauss, anche a causa dei toni scandalistici assunti in alcune parti, criticate fortemente all’epoca. Dopo Der Rosenkavalier (1911) e La donna senz’ombra (1919) il musicista continua a scrivere senza sosta fino ai primi anni ’30, nonostante la vena creativa del periodo si trovi in una fase di stallo e priva di inventiva. Come già accennato in precedenza l’ultimo periodo della sua vita rappresenta il più controverso e fitto di irrisolti dubbi, a causa del suo rapporto con il partito nazionalsocialista e l’imminente regime hitleriano. Nel 1933 Strauss viene nominato Presidente della Camera Musicale del Reich, e apprezzato dal governo nazista e dallo stesso Hitler, assume una posizione di prestigio all’interno della rinnovata e tumultuosa società tedesca, nonostante egli non abbia mai apertamente rivelato i propri orientamenti politici. La sua musica qui risulta ovviamente condizionata dallo spirito e dalla posizione del tempo, ritornando a sonorità neoclassiche tanto care al Settecento, producendo opere quali Metamorfosi (1946), e Vier Letzte Lieder ( 1948) , prima di morire a Garmisch-Partenkirchen l’8 Settembre 1949 a causa di una grave e improvvisa malattia.

Ivano Segheloni per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.