Biografilm 2016: a Bologna fusione tra vita e cinema

0 1.057

Biografilm 2016: a Bologna fusione tra vita e cinema

Margita Gosheva (1)
Margita Gosheva

Le grandi vite, di personaggi famosi e non, sono le protagoniste del Biografilm Festival – International Celebration of Lives. Dal 10 giugno a Bologna moltissimi nomi del cinema internazionale interverranno per discutere non solo della Settima Arte, ma anche della loro esperienza al di fuori del grande schermo. Il festival è nato nel 2005 e si tiene alla Cineteca di Bologna (ubicata nella Manifattura delle Arti). I premi principali sono il Lancia Award, per il miglior film e il Best Life Award, per il miglior racconto biografico.

I nomi dei giurati sono tra i più importanti: per la giuria del concorso internazionale ci sarà Hussain Currimbhoy. Egli è il programmer per la sezione Documentari del Sundance film festival, evento cinematografico per eccellenza dedicato ai film indipendenti che ogni anno si svolge a Salt Lake City, capitale dello Utah, e a Ogden. Moltissimi registi, ora di fama internazionale, sono lì riusciti a farsi notare: Quentin Tarantino, Robert Rodriguez e Jim Jarmush per citare i più importanti.
La Giuria Opera del festival bolognese sarà presieduta da Daniel Marquet, produttore francese di Dio esiste e vive a Bruxelles. Questa commedia surreale, diretta da Jaco Van Dormael, è la storia di Dio, uomo vigliacco e meschino che vive in un appartamento con la moglie e la figlia. Quest’ultima, stanca delle angherie subite, si vendica rivelando, grazie al computer del padre, la data di morte di tutte le persone del mondo. Avrà lei il compito di riscrivere il futuro della religione cristiana, iniziata secoli prima da suo fratello Gesù. Andrea Segre, regista italiano autore di pellicole come Io sono li e La prima neve, sarà invece a capo della giuria Biografilm Italia.

marinelli (1)
Luca Marinelli

Madrina del festival sarà Margita Gosheva, attrice bulgara, protagonista del film The Lesson – Scuola di vita, presentato nella scorsa edizione: la pellicola racconta il disagio sociale di questa maestra di inglese che vede poco per volta lo sgretolarsi della sua vita, dall’ambito lavorativo a quello personale. Dopo una serie di sfortunati eventi verrà messa in discussione anche la sua ferrea morale, che con tanta passione vuole trasmettere ai suoi alunni. Margita Gosheva sarà presto sul grande schermo con il nuovo film Glory, accompagnata da Petar Valchanov.

Hussain Currimbhoy (1)
Hussain Currimbhoy

Sicuro protagonista del Biografilm sarà Gael García Bernal, impegnato a presentare (e a ricevere il premio Celebration of Life Award) il suo documentario girato nel suo Messico, Ambulante. Un altro ospite d’eccezione è Luca Marinelli, fresco vincitore del David di Donatello come attore non protagonista de Lo chiamavano Jeeg Robot, film rivelazione italiano. Da sottolineare è la presenza di Luciano de Crescenzo, scrittore, regista e attore di fama internazionale: il suo compito sarà quello di presentare il documentario incentrato proprio sulla sua figura negli svariati anni di attività, ad opera di Antonio Napoli.
Infine, ospite del Biografilm sarà un reduce dall’ultimo Festival di Cannes appena conclusosi: Kirill Serebrennikov presenterà la sua pellicola The Student.

Biografilm è un’occasione per far luce sulla nostra esistenza, sempre più confusa e caotica. Un’esistenza che l’arte cinematografica ha sempre raffigurato con magnifiche pennellate sulle pellicole. Inoltre Bologna, con le sue torri, il suo cibo e le sue tradizioni, è la cornice ideale.

La pagina ufficiale del Biografilm Festival 2016

Marco Gobbi per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.