Back toDay. 25 maggio

0 417

Trentotto anni fa il pubblico statunitense leggeva per la prima volta la notoria scritta in azzurro pallido che diceva: «A long time ago, in a galaxy far far away….».

Era il 1977 e la saga di “Star Wars” si incuneava nell’immaginario collettivo con la sua famosa didascalia che scorreva in scrolling verso l’infinito. Tale didascalia costituiva la descrizione della guerra civile che insanguinava la succitata galassia lontana lont25 maggio #1ana, e in origine non era preceduta dalla dicitura “Episode IV – A NEW HOPE” perché George Lucas non aveva ancora ben chiaro quanto sarebbe riuscito ad espandere la sua saga. Questa scritta sarebbe stata aggiunta nella riedizione del 1981, una volta stabilita la struttura da conferire alla serie.

La didascalia in scrolling aveva un suo antecedente storico nelle scritte che introducevano i vari film riguardanti l’eroe fumettistico Flash Gordon, ideato ottantadue anni fa da Alex Raymond.

https://www.youtube.com/watch?v=qnOL8Fx3Tvc

Sei anni dopo “A New Hope” – il 25 maggio 1983 – usciva anche il terzo capitolo (anzi sesto) della saga: “Il Ritorno dello Jedi”.

Tanto tempo fa – più precisamente nel 1578 – ma non in una galassia lontana lontana, la monaca benedettina Scolastica Olivieri moriva a centotrenta anni e passa (?), di cui centoventi (!!!) trascorsi nel suo monastero, presso Bivona (AG). Altro che viaggi intergalattici…

Sediamo su certezze in vecchie mura,

apparecchiati a star… per quel che dura.

(che voglia!)

Andrea Meroni per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.