Andrew Faber – Un battito d’ali

0 847
Un battito d’ali
Esco per fumare
fuori il cielo
è un grosso eremo di stelle.
Mi si avvicina
sbatte forte le ali.
Rimane immobile.
Buonasera, dico io.
Ciao, risponde.
Restiamo fermi
cosí,
ad osservarci.
Il fumo della sigaretta
fa risaltare in minuscoli
granelli di luce
ogni minimo movimento.
Non riesco a staccarle gli occhi di dosso.
Ha qualcosa di ipnotico.
Hai nulla da domandarmi, mi dice.
Non ho mai parlato con una falena, rispondo. Se pur meravigliosa come te.
– Il mio tempo sta per scadere, sai ?
– Lo so. La vostra vita dura un giorno. Tanta bellezza racchiusa in un solo giorno.
– No. Sbagli. La mia vita è iniziata solo poche ore fa.
Resto in silenzio.
– Apri la mano. Aprila bene.
Faccio quello che mi dice.
Pochi istanti e raggiunge il mio palmo, da vicino è ancora più bella.
Sorrido, ma non credo se ne accorga.
– Vorresti saper volare non è vero ?
– È così difficile ?
– No. Tutto sta a riconoscere il vento giusto.
– È facile per te parlare, quando tutte le strade conducono al cielo.
Un battito d’ali.
Un altro ancora.
Il mio cuore si ferma. Insieme al suo.
Un istante. Un soffio di cenere.
Poi, torna nuovamente a battere.
Resto ancora per un po’ immobile ad aspettare.
La notte è un foulard che ci calza a pennello.
C’è odore di luna.
La luce è immensa.
Andrew Faber per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.