Musalab: omaggio a Franca Rame e Dario Fo

0 565
FRANCA RAME RITRATTO DARIO FO
Franca Rame ritratta da Dario Fo

Se c’è una cosa che mi piace fare è girovagare per la città cercando luoghi e spazi inediti, magari ancora non troppo conosciuti ma in grado di regalarmi sorprese ed emozioni. È per questo che voglio rendervi partecipi della mia ultima scoperta: si tratta di Musalab, Museo Archivio Laboratorio Franca Rame Dario Fo, aperto poche settimane fa a Verona presso gli spazi, recentemente adeguati secondo i migliori standard, dell’Archivio di Stato.

Musalab è un luogo speciale nel quale l’atmosfera del teatro, della cultura e dell’arte può essere apprezzata in modo totalizzante. Uno spazio poliedrico, diretto da Mariateresa Pizza, in grado di accogliere allestimenti sempre diversi. Questo è reso possibile perché il materiale raccolto in anni di sperimentazioni e attività è talmente tanto che ora si vuole metterlo a disposizione non solo degli studiosi ma anche di un pubblico più vasto. Un pubblico che, spero, resterà sorpreso ed incantato almeno come lo sono stata io. Visitandolo ho pensato ad una sorta di museo evolutivo sempre work in progress in grado di cambiare continuamente il proprio aspetto rendendolo di volta in volta innovativo e intraprendente.

Musalab non si presenta, nelle intenzioni, come una sede museale tradizionale ma vuole essere un centro nel quale poter promuovere idee e progetti, formare ed informare attraverso il grande gioco del teatro, riscoprire la storia e i valori del nostro paese osservando le opere di due grandissimi artisti e, soprattutto, poter toccare con mano un patrimonio di straordinaria rilevanza composto da copioni, manoscritti, disegni, bozzetti, costumi, pupazzi, marionette, locandine e tanto altro ancora.

OPERAQuale occasione migliore, quindi, per entrare a far parte davvero del mondo di Franca Rame e Dario Fo. Un connubio personale e professionale che ha fatto, e continua a fare, la storia della cultura italiana. Entrambi nati in provincia di Varese, lei da una famiglia di antiche tradizioni teatrali, lui, per tutti il Maestro, figlio di un capostazione che dopo essersi diplomato all’Accademia di Brera è diventato autore, attore, scenografo, scrittore, pittore, regista e, nel 1997, Premio Nobel per la Letteratura. Insieme hanno saputo attraversare e raccontare la realtà osservandola attentamente e analizzandola con grande senso critico.

Il loro punto di vista è stato spesso pungente ma anche lungimirante e l’ironia ha permesso loro di poter affrontare le tematiche sociali e politiche più spinose arrivando sempre e comunque al cuore delle persone. I loro libri e i loro spettacoli, mai scontanti, sono in grado di offrire una nuova prospettiva attraverso la quale vedere il mondo che ci circonda. Le lezioni di Dario Fo hanno fatto scuola così come il suo approccio all’arte che oltre ad essere estetica diventa portatrice di messaggi anticonvenzionali.

Entrare a Musalab significa poter vedere, ascoltare e toccare tutto questo. Significa perdersi tra le sale accolti  dai colori accessi degli arazzi che ti sorprendono e dai burattini che ti osservano dall’alto. Significa emozionarsi perdendo la cognizione del tempo ed entrando a far parte di qualcosa di unico e irripetibile.

Rossana Cavallari per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.