Cartoons on the Bay 2016 – Vent’anni per il cinema d’animazione

0 523

Dal 7 al 9 aprile, per la terza volta consecutiva nella splendida cornice del Palazzo Labia di Venezia, si terrà il festival internazionale Cartoons on the Bay, promosso dalla Rai e realizzato da Rai Com, dedicato al cinema d’animazione cross-mediale e alla TV dei ragazzi. Sono già trascorsi vent’anni dalla prima edizione del 1996, ma lo scopo dell’evento non è cambiato:  come ha affermato il direttore artistico Roberto Genovesi,

Cartoons on the Bay si prende dei rischi, perché vuole raccontare non solo ciò che facciamo, ma da vent’anni e soprattutto da sette anni a questa parte, cerca di raccontare ciò che potremo fare e non abbiamo ancora fatto sul fronte dell’animazione. E quindi un’apertura decisa e irreversibile nei confronti delle nuove tecnologie. Non se ne scappa. La TV è solo uno strumento, insieme a tanti altri, a internet, videogiochi, fumetti, fa parte di un grande meccanismo e di un grande progetto che vede il bambino, il ragazzo, l’adolescente al centro.

manifestoÈ inutile negarlo: il cinema d’animazione, i cartoni animati, i videogiochi, i fumetti, hanno fatto parte della nostra infanzia, della nostra adolescenza; per alcuni di noi, continuano ad arricchire la nostra vita anche adesso.

«Il bambino al centro», si diceva: e i bambini quest’anno avranno finalmente parte attiva in una giuria che assegnerà il primo Pulcinella Award Kids Italia per il cartone animato più bello dell’edizione. Ma le novità di quest’anno non si esauriscono qui. Per celebrare il ventennale, il festival presenterà ben cinquecento opere in concorso, rappresentando cinquanta paesi, tra cui il paese ospite di quest’anno, il Sud Africa. A fare da portavoce del cinema d’animazione sudafricano ci sarà, tra gli altri, Firdoze Bulbulia, fondatrice, direttrice e produttrice indipendente di Africa’s Best Channel, che sarà membro della giuria internazionale chiamata ad assegnare i Pulcinella Awards 2016, insieme a Eleonora Andreatta (direttrice di Rai Fiction), Richard Garriott (uno dei più famosi ideatori di giochi di ruolo online, nonché astronauta per hobby), Maura Regan (vice presidente Sesame Workshop) e Orion Ross (vice presidente Disney Channels EMEA). Richard Garriott, insieme a Christopher Vogler (tra i più importanti sceneggiatori cinematografici statunitensi), riceverà il Pulcinella Special Award alla carriera.

La partecipazione di Rai Fiction al festival non è da sottovalutare, come ha dichiarato Eleonora Andreatta:

Rai Fiction è partner di Cartoons on the Bay sin dalla prima edizione nel 1996, quando ancora l’animazione italiana non era presente sui palinsesti delle nostre televisioni, e in questi anni ha accompagnato la crescita e il consolidamento di un tessuto produttivo, di una rete di talenti e aziende di qualità riconosciuta a livello internazionale. Il confronto con il meglio della produzione internazionale è tra le principali finalità di questo festival.

Sono sei i titoli co-prodotti da Rai Fiction che hanno ricevuto una nomination ai Pulcinella Awards 2016 (tra cui la nuova serie dell’intramontabile Pimpa, Pimpa Giramondo), inoltre, le cinque opere selezionate per il concorso Serie Kids Italiane per la giuria popolare di bambini sono tutte co-prodotte da Rai Fiction. Oggi, l’animazione in Italia produce un fatturato annuo di cento milioni di euro, solo l’11% della programmazione televisiva però è di produzione italiana.

projektred
The Witcher 3: Wild Hunt

Il Pulcinella Award per il miglior studio dell’anno verrà assegnato alla casa di produzione indipendente Gertie, di Milano, per il lungometraggio Iqbal, e al team polacco CD Projekt Red, per il pluripremiato videogioco fantasy The Witcher 3: Wild Hunt. Il premio Pitch Me! per il miglior progetto d’animazione andrà a tre nomi importanti nel campo dei fumetti e della sceneggiatura: Francesco Artibani (uno degli sceneggiatori di punta della Disney), Matteo Strukul (uno dei più apprezzati autori emergenti nel settore young adult) e Claudio Villa (il copertinista ufficiale di Tex, uno dei fumetti simbolo del made in Italy, pubblicato dalla Sergio Bonelli Editore). Ed è proprio Villa ad aver disegnato il bellissimo manifesto del festival: un Pulcinella (la mascotte del Cartoons on the Bay) in versione Tex Willer.

Il tema portante del festival, che per il secondo anno consecutivo ha ottenuto l’Alto Patronato del presidente della Repubblica, è la declinazione del mito e il confronto tra i popoli attraverso i miti, le religioni e i flussi migratori. Tematiche che in questo momento risultano decisamente attuali. «In queste ore in cui tutto ci vorrebbe spingere ad essere diversi da quello che siamo è importante rafforzare il nostro sistema di valori. Ciò vuol dire anche non sorridere quando si dice che la cultura è uno strumento fondamentale per combattere ciò che sta accadendo», ha detto il presidente della Rai Monica Maggioni.

Cartoons on the Bay è un appuntamento importante per fare il punto sull’offerta televisiva e non rivolta ai più giovani, per comprendere le tendenze e i miglioramenti da attuare, affinché anche gli aspetti ludici giochino un ruolo fondamentale nella formazione delle generazioni future.

Lorena Alessandrini per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.