Slideluck Napoli 2016: quando il cibo sposa l’arte

0 711

Coloro che sognano di giorno sanno molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte.

Edgar Allan Poe

L’Italia ha già ospitato una magnifica “giostra artistica” dove l’arte ha incontrato il cibo rendendolo protagonista di un grosso progetto comunicativo quale: Expo 2015, Milano.

Napoli risponde alla capitale economica con un evento dai contenuti straordinari, dove ancora una volta l’esperienza culinaria si coniuga in maniera magistrale con l’arte, nello specifico la fotografia, parliamo di Slideluk Napoli 2016. Alla sua prima edizione l’evento foto-gastronomico, invade “‘A Città ‘e Pulecenella” e apre le sue porte quest’oggi presso la sede del QI – quartiere intelligente (Scala Montesanto 3, Napoli), un hub aperto, una piattaforma di cooperazione e di produzione di cultura, di infrastrutture tecnologiche e immateriali, un contenitore di idee e progetti di produzione di capitale cognitivo.

SlideluckDC-V-42_banner-for-slideluck-siteIl progetto vede attive menti dinamiche e stimolate alla novità: Roberta Fuorvia e Teodora Malavenda, art and local directors, Irene Alison, guest curator, Francesca Bellino, Instagram curator, Maria Teresa Salvati, Slideluck Europe Director e Barbara Gemma La Malfa/6Glab, Ufficio Stampa.

L’organizzazione no-profit, ha aperto una call for submission per selezionare 20 fotografi che, attraverso i loro scatti, hanno reso il cibo in una veste di maggiore visione “gustativa”: dal palato all’occhio e viceversa.
I nomi dei giurati chiamati a selezionare i 20 lavori sono: Roberta Fuorvia e Teodora Malavenda (art and local director di Slideluck Napoli), Irene Alison (guest curator) e Mariateresa Salvati  (co-curator).
I venti finalisti esporranno all’interno degli spazi dell’aeroporto internazionale di Napoli i loro scatti, nell’ambito del progetto Slot – Creative Hub.

Hanno seguito con grande interesse la manifestazione il team di NYPS – New York Photo Stories, che sceglierà uno tra i 20 finalisti a cui assegnare una borsa di studio del valore di 400 euro, e quello di LO.FT- Locali Fotografici, che invece ospiterà per una settimana la personale di un autore selezionato tra i finalisti.

Maps Magazine pubblicherà sul secondo numero in uscita (primavera 2016) uno dei 20 progetti finalisti, tendendo conto dei contenuti che dovranno essere conformi alla linea editoriale del magazine: indagare l’area del Mediterraneo. Invece il magazine GUP pubblicherà i migliori progetti correlati da intervista tra i 20 finalisti e metterà, inoltre, a disposizione due abbonamenti annuali alla rivista.
I migliori lavori multimediali saranno pubblicati su Slideluck Editorial.

FUORI GAMUT – Officina di Stampa Fine Art stamperà in formato 30×45 le immagini vincitrici del contest indetto da Slideluck Napoli su Instagram (per un totale di 6 immagini) e regalerà ad uno dei 20 finalisti una stampa fine art in formato 30×45.ViMAGAZINE.

L’evento rimane a tal proposito un grande momento di aggregazione artistica ed un’ottima vetrina dove presentare le proprie creazioni.

Dunque: largo spazio all’idea!

Grazia Nuzzi per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.