The Art Post Blog – Nuove sale dell’ala palladiana delle Gallerie dell’Accademia di Venezia

0 746

sala pittura del settecentoLe Gallerie dell’Accademia si arricchiscono di sette nuove sale, allestite in quella parte dell’edificio disegnata da Andrea Palladio.
Si tratta di un ulteriore, importante passo verso la realizzazione dell’ambizioso progetto delle Grandi Gallerie promosso dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Le sette sale sono state destinate a ospitare i protagonisti dell’arte veneziana e veneta tra Sette e Ottocento: dalle opere di Sebastiano Ricci e di Jacopo Amigoni, ai ritratti di Rosalba Carriera, la più celebre artista veneziana, alle vedute di Canaletto, Bellotto e Guardi.
Trova, però, anche spazio un percorso sull’origine delle Gallerie, che qui ebbero sede a partire dal 1808 e la cui storia rimase strettamente intrecciata a quella dell’Accademia di Belle Arti fino al 1882, quando avvenne la separazione tra l’istituzione museale e quella accademica con funzioni educative.

canova leone
Leone di Antonio Canova

Grande attenzione è stata rivolta alle opere di Antonio Canova. Del grande maestro sono qui riunite i bozzetti e i gessi che giunsero entro la prima metà dell’Ottocento, in parte per dono diretto dello stesso artista e in parte per acquisto.
Si tratta di opere attentamente selezionate per diventare oggetto di studio per gli allievi della classe di scultura

L’apertura dell’ala canoviana delle Gallerie dell’Accademia di Venezia valorizza lo straordinario patrimonio raccolto in oltre due secoli di storia entro magnifici spazi finalmente godibili dal pubblico in via permanente.

 

Segui The ART post Blog anche sui social:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.