“Ennesima”, una mostra di mostre alla Triennale di Milano

0 797
ennesima-la-mostra-dalle-sette-teste-a-milano_186035_big
Liliana Moro, Aristocratica (1994) – Still da video

Ennesima, la mostra di sette mostre presentata alla Triennale di Milano da Vincenzo de Bellis, è stata inaugurata il 26 novembre 2015 e rimarrà aperta fino al 6 marzo 2016, ed è stata definita “una mostra di mostre” dal suo stesso curatore, per la natura caleidoscopica che caratterizza questo progetto.
Ciò che viene racconta è la storia dell’arte contemporanea dagli anni Sessanta ai giorni nostri. Sono 120 le opere dei 70 artisti presentati nel percorso espositivo, che si configura come una mappa a tappe che offre una visione completa dei movimenti, i climi e i periodi artistici che hanno attraversato il nostro paese negli ultimi cinquant’anni.

Il desiderio di osservare la storia artistica contemporanea nella sua molteplicità, si esprime nel numero 7. Si tratta appunto di sette linee guida, sette analisi differenti dell’arte italiana, senza la pretesa di ridurre tutto ad un unico denominatore comune, ma anzi privilegiando la pluralità delle ispirazioni artistiche.

Ennesima
fa della varietà il suo pregio primario
, valorizzando non solo i maestri e le personalità storiche più autorevoli, ma anche gli artisti più recenti agli inizi del loro percorso. La scelta di esporre sette mostre è giustificata proprio dall’interesse di presentare il panorama culturale a tuttotondo. Ma non solo: il titolo stesso, Ennesima, è tratto dall’opera omonima di Giulio Paolini, la cui prima versione è suddivisa in sette e da cui nasce l’ispirazione del de Bellis.

6355-68163
Vettor Pisani – L’eroe da camera. Tutte le parole dal silenzio di Duchamp al Rumore di Beuys (Esperimento, Rome 1972)

Il primo piano della Triennale si divide, quindi, in sette stanze ed ognuna presenta un proprio format. Una mostra collettiva su un movimento d’avanguardia, la Poesia Visiva e gli artisti fiorentini del Gruppo 70, una collettiva che si focalizza su una pratica artistica, la performance, che coinvolge artisti come Luigi Ontani, Gino De Dominicis, Jannis Kounellis, Marcello Maloberti, Paola Pivi, ma anche una personale interamente dedicata all’estro artistico di Alessandro Pessoli, che coniuga il passato con l’immaginario pop. E ancora una mostra di documentazione, una collettiva su un gruppo di artisti milanesi degli anni Settanta e Ottanta e una “collettiva generazionale”, con artisti del 2015. Il tutto corredato da un libro di Mousse per ogni mostra.

Ennesima è un’odissea dalle mille sfaccettature e colori, estremamente curata e dettagliata. Un momento culturale estremamente unico nel suo genere.

 

Sofia Zanotti per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.