One Punch Man: l’anime che aspettavamo da tempo

0 587
Splash
One Punch Man

Chi è appassionato dell’universo anime e manga avrà già visto tutte le puntate di One Punch Man, per curiosità oppure dopo essere stati assillati da amici o da pubblicità su siti specializzati. Se però non le avete ancora visionate, fatelo.

One Punch Man nasce come manga online, partorito da un disegnatore amatoriale che usa come pseudonimo One. Dal 2009, anno di pubblicazione, ha ricevuto un successo tale da spingere Yusuke Murata, disegnatore professionista, a rilevare la serie per pubblicarla su Shueisha’s Young Jump Web Comics con una grafica completamente ridisegnata, sebbene Murata abbia cercato di far riferimento al suo creatore disegnando il protagonista quasi sempre nel suo rozzo stile originale.
Le coincidenze che hanno portato questa umile serie amatoriale a venire prodotta dalla prestigiosissima Mad House in forma di anime hanno dell’incredibile.

Il fumetto è stato largamente criticato, ma prima sarebbe bene soffermarsi sulla storia.
One Punch Man parla di un eroe che riesce a sconfiggere qualsiasi avversario con un solo pugno. Non parliamo di scazzottate tra teppistelli ma di scontri con avversari della risma di Vegeta o Freezer. Saitama, il protagonista di OPM, entra a far parte del ristretto circolo dei superforti spazzando via tutti con la sua potenza soverchiante.
Saitama riesce a sconfiggere qualsiasi avversario facilmente, quindi che senso ha visionare l’anime? I motivi principali sono due.

una-scena-del-film-paprika-sognando-un-sogno-40594
Paprika – Sognando un Sogno

La prima ragione è che OPM è una serie che rientra nel genere action ma è anche una storia comica ricca di gag snocciolate con un tempismo servito a regola d’arte. Non si vedeva una così fervida ed esilarante interazione con i vari personaggi dai tempi di Lamù. La seconda ragione riguarda le avversità che Saitama incontra: non riguardano mostruosi nemici da annientare ma la quasi totale assenza di popolarità. Nonostante abbia salvato la terra più e più volte, nessuno sa della sua vera identità e viene addirittura trattato con diffidenza e sospetto quando gira per la città.

Ma la sua vera forza non sta solo in quella fisica pura e semplice (viene descritto come “un dio che risiede nel corpo di un uomo”), ma nel fatto che è effettivamente duro come la roccia sia nei pugni sia nelle parole. La gente per la sua schiettezza lo accusa di essere un criminale e un imbroglione che si prende il merito per le gesta di altri eroi. Fra questi eroi spicca il suo auto-imposto discepolo Genos, che si prende la briga di seguire Saitama per migliorare le sue doti di giustiziere. Genos è tra i pochi a capire il valore di Saitama, sia come combattente che come essere umano. Il discepolo è fondamentale ai fini della narrazione poiché contrasta con l’eroe principale, mettendo in risalto la potenza di Saitama: Genos fa sfoggio delle sua abilità combattive durante prolungati scontri con altri avversari, incontri che si concluderebbero con la sua sconfitta se non fosse per l’entrata in scena del maestro Saitama che ha così l’ennesima occasione di dimostrare la sua forza.

redline anime wallpaper
Redline

La Madhouse, la casa che ha prodotto e animato questa serie, è conosciuta per aver dato spazio ad altri capolavori come Paprika – Sognando un Sogno, Vampite Hunter D, Cyber City Oedo 808 oppure Redline, realizzati con una maestria che fa concorrenza alla Disney. Redline merita un’attenzione ulteriore: animato completamente a mano (la Madhouse è orgogliosa di non usare elementi in 3D) e grazie a una colossale produzione durata 7 anni, è un’ottima prova di cosa sia possibile fare, dal punto di vista tecnico, nel mondo dell’animazione.

Questa casa di produzione ha sempre scioccato e deliziato grazie alla qualità dei suoi lungometraggi mentre non è sempre stato così per le serie cui ha lavorato. D’altra parte il budget è sostanzialmente inferiore quando si tratta di OVA oppure di formato TV. Per OPM hanno però voluto fare le cose in grande, abbiamo infatti una serie di 12 episodi con una qualità di animazione che si avvicina molto a quella dei film. Per il progetto hanno infatti deciso di coinvolgere il meglio del meglio dei professionisti del settore (incluso il regista di Space Dandy, Shingo Natsume) e questo si vede nella superba qualità del prodotto finale.

Se volete seguirla, One Punch Man è attualmente su VVVVID.it ma vi consigliamo di visionarla in giapponese con i sottotitoli: i doppiatori non sono stati in grado di cogliere in pieno l’humour della serie e quindi molte battute perdono di comicità.

Davide Frasca per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.