Stardust for Bowie

0 947

bowiestardust_visu_facebook-e1452947912853Il cielo è sempre stato indiscutibilmente presente nella testa e nell’arte musicale di David Bowie.

Numerose le sue canzoni che contengono richiami allo spazio, tra le tante Space Oddity, Life on Mars e anche nel suo ultimo album il richiamo alle stelle era piuttosto evidente, Back Star, pubblicato proprio l’8 gennaio 2016, nel giorno del suo compleanno, poco prima della sua morte avvenuta due giorni dopo.

Ora una radio belga, la Studio Brussel, insieme ad un osservatorio astronomico importante come il MIRA sono riusciti in un’impresa di rilevanza spaziale per chi ama il grande artista britannico: David Bowie avrà una sua costellazione.

Philippe Mollet dell’osservatorio MIRA ha infatti dichiarato:

Studio Brussels ci ha chiesto di dare a Bowie un posto unico nella galassia. Aiutandoci con i suoi album, abbiamo scelto sette stelle nei pressi di Marte: Sigma Librae, Spica, Alpha Virginis, Zeta Centauri, SAA 204 132, and the Beta Sigma Octantis Trianguli Australis. La costellazione che formano è una copia esatta del famoso fulmine di Bowie, ed è stata registrata esattamente nell’orario della sua morte.

TOUT_Bowie

Ma la costellazione Bowie non è il solo omaggio al Duca Bianco, che rimarrà immortale grazie alla tecnologia di Google. Il progetto del MIRA, infatti, rientra nel più ampio progetto Stardust for Bowie: un sito dedicato a tutti i fans che potranno virtualmente visitare la costellazione e scegliere una delle tante canzoni stellari del grande artista britannico, proprio nei pressi virtuali di una delle sette stelle della sua costellazione: sette punti luminosi che insieme vanno a ricostruire l’indimenticabile fulmine disegnato sul volto di Bowie dall’artista Aladdin Sane per Ziggy Stardust.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.