L’impero “Star Wars” colpisce ancora

0 841

Locandina Guerre Stellari-TrevisoCi siamo, ormai il conto alla rovescia è giunto al termine e l’esercito dei fan di Star Wars (uno schieramento in continua espansione) è pronto ad invadere le sale italiane per un altro avvincente episodio della saga fantascientifica più celebre della storia. Ed oltre al Risveglio della Forza, si risveglia la passione per gli oggetti iconici che sono parte integrante del successo di questo incredibile racconto epico: a Treviso, presso la Casa dei Carresi, è stata inaugurata l’11 dicembre la mostra Guerre Stellari. Play!, un’esposizione dedicata al multiforme universo Star Wars. La mostra raccoglierà tra gli altri anche una selezione della collezione privata di Fabrizio Modina, tra i numero uno del collezionismo mondiale di prodotti fantascientifici, che esporrà tutti i pezzi ufficiali marchio Kenner dal 1977 in avanti.

Insomma, prima del Natale ci si impegna a celebrare, nel piccolo o nel grande, questo incredibile evento mondiale Star Wars – Il Risveglio della Forza, settimo capitolo della saga firmato Disney. Un’uscita che si prospetta già un successo commerciale: Stifel, casa d’investimenti quotata a Wall Street, non solo prevede un incasso ci circa 2, 2 miliardi di dollari, ma specifica anche che le entrate del botteghino rappresentano meno della metà degli introiti provenienti merchandising della saga.

È proprio vero che la Forza di questa saga non risiede solo nella vena spirituale, nel retaggio alla epopea, ai classici cavallereschi o nelle radici mitologiche, ma si trova anche in quegli aspetti di pura spettacolarizzazione cinematografica, che hanno reso la saga non solo un capolavoro cinematografico ma anche un incredibile fenomeno commerciale. Le diverse generazioni figlie di Sar Wars si trovano a collezionare i modellini delle astronavi, action figures o si danno ad elaborati cosplay, qualsiasi cosa pur di avere un pezzo del mondo Star Wars, qualsiasi cosa per rendere omaggio ai protagonisti dei film.

Ma com’è possibile che esistano più action figure di Star Wars che esseri umani?
America, anni ’60/70. L’industria cinematografica cerca di svecchiarsi uscendo dai canoni dello studio system e cercando “nuove leve” da lanciare sul set. Tra i promettenti spiccano nomi come Martin Scorsese, Steven Spielberg e Francis Ford Coppola, ed è proprio quest’ultimo a prendere sotto la sua ala il visionario George Lucas, accogliendolo nella sua casa di produzione l’American Zoetrope. Dopo il film di esordio, American Graffiti, Lucas decide di portare avanti l’ambizioso progetto di Star Wars: un film fantascientifico finalmente al passo con le nuove tecnologie ma al contempo capace di ritrovare i contenuti delle grandi storie del passato.
Millenium Falcon - Guerre Stellari-TrevisoLucas dovette lottare per vedere alla luce il film, che fu quasi totalmente finanziato dallo stesso regista. Ma gli sforzi e le finanze di Lucas vennero ripagate nel 1977, all’uscita del primo episodio, intitolato semplicemente Guerre Stellari (Star Wars), che sbanca al botteghino.
Il regista, prodigioso negli affari, decide di cedere il titolo della regia per
avere il 40% del box-office e la titolarità dei diritti di merchandising e per i possibili sequel. Una dose di fortuna o ispirato dalla Forza, poco importa: la strategia ha funzionato e i fan della saga per anni hanno contribuito a riempire le tasche della Luca Film.
Ora i diritti di Star Wars sono passati all’altra potenza cosmica, la Disney, che presenterà altri tre film della saga. E anche se l’idea di accostare le due iconiche maschere rappresentanti le grandi potenze, quella di Dart Fener e Topolino, suscita un sorriso spontaneo, dopo l’uscita del trailer ufficiale ogni scetticismo è caduto da parte della moltitudine di fan.

La mostra Guerre Stellari Play! sarà un’ulteriore occasione per i fan di tutta l’età di ripercorrere la storia della saga con tanto di attente e meticolose ricostruzioni delle scene di culto dei film. Oltre ai modellini da collezione verranno presentati gli schizzi originali Ralph McQuarrie, il visual designer dei personaggi, location e tecnologie del film del 1977, le spiegazioni approfondite di tutti personaggi che hanno popolato la saga e un excursus della storia degli episodi di Star Wars dal primo fino al nuovo settimo episodio.

Un ulteriore dialogo tra presente e passato, tra grandi e adulti, uniti dalla magia dell’universo stellare di Star Wars.

Federica Cunego per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.