Fratelli Branca Distillerie: quando i liquori incontrano l’arte

0 870

sede-Fernet-BrancaFratelli Branca Distillerie, azienda leader nel portare il marchio del Made in Italy nel mondo da oltre un secolo, festeggia quest’anno i suoi 170 anni di attività e ha deciso di celebrare l’evento durante la Settimana della Cultura d’Impresa (tenutasi dal 10 al 20 novembre) in un modo che potrebbe senza dubbio essere definito originale.

L’azienda ha infatti deciso di installare all’interno del suo museo dei giganteschi animali colorati e se pensate che questo sarebbe più adatto ad una festa da bambini, vi ricrederete presto: le opere sono infatti state realizzate dal gruppo di artisti del Movimento Cracking Art, che da oltre vent’anni è famoso per l’installazione in varie città di questi grandi e colorati animali in plastica rigenerata.

Quello che il gruppo, nato nel 1993 da sei artisti di diverse nazionalità, ha sempre cercato di trasmettere attraverso le sue “bizzarre” creazioni. è come impegno ambientale e sociale possano coesistere attraverso un’arte che nasce proprio dall’incontro tra naturale (gli animali) e artificiale (i materiali plastici usati).
Cracking@Branca_06Quello che però il Movimento Cracking Art vuole testimoniare questa volta con i suoi animaletti all’interno dello stabilimento Branca, è un altro dei pilastri del suo pensiero, cioè l’incontro tra l’arte contemporanea e le imprese che hanno contribuito a formare la storia recente delle più importanti città italiane.
Per questo motivo, dopo le recenti “invasioni animalesche” alla torre Branca nel parco Sempione a luglio e al palazzo Niemeyer, sede della Mondadori a Segrate, a settembre, sarà ora possibile ammirare lupi, chiocciole, rane e rondini alle Distillerie Branca fino al 15 gennaio 2016.

Ma oltre a questa singolare iniziativa, chi desidera conoscere i 170 di storia dell’azienda Branca ha l’occasione di visitare l’annesso museo che, aperto nel 2009, offre sia un percorso storico sia la possibilità di vedere gli aromi e le piante che sono alla base della produzione dei liquori, oltre che un’interessante parte di advertising dove sono presentati i manifesti pubblicitari più belli dell’azienda a partire dall’Ottocento.

brancTutti questi avvenimenti costruiti intorno alla storica azienda servono a sottolineare l’importanza di una fabbrica, una delle poche in Italia, che nonostante gli anni e la crisi è riuscita a mantenere il suo aspetto originale, rappresentando così ancora oggi un tassello non solo, come già detto, della storia, ma anche dell’aspetto stesso del capoluogo lombardo.
Le celebrazioni offrono quindi l’occasione sia di immergersi in un pezzo di storia milanese sia di conoscere più da vicino una forma d’arte particolare come quella della Cracking Art, che per la sua natura quasi “ludica” potrebbe rischiare di non essere compresa fino in fondo.
Non resta quindi che andare alla sede storica Branca in via Resegone a Milano per vedere cosa c’è dietro ai bicchieri di amaro che spesso gustiamo e, solo per l’occasione, anche cosa vi è stato costruito intorno.

Silvia Meloni per 9ArtCorsoComo9

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.