Quentin Tarantino, 21 anni di un’eccentrica carriera

0 1.149

Rivoluzionario, emblematico, eclettico, Quentin Tarantino, uno dei più innovativi e originali registi dei nostri giorni, sarà il protagonista del documentario girato e diretto da Tara Wood, già co-regista del documentario 21 Years: Richard Linklater.

unnamedSe è vero che i primi 21 anni della carriera di un autore definiscono il suo tocco, la sua carriera, lo dimostrerà la Wood, in questo suo secondo film documentario, intitolato 21 Years: Quentin Tarantino.
In questa finestra temporale Tarantino è cresciuto parecchio, modificando e levigando il suo stile, fino a realizzare film complessi e ambiziosi come Bastardi senza gloria e Django Unchained. Tuttavia queste opere potrebbero non essere prese in considerazione allʼinterno del documentario, essendo la sua carriera iniziata nel 1983 con il cortometraggio Love Birds In Bondage, a cui segue il suo primo film del 1987, My Best Friend Birthday. Se verrà presa come data di inizio quella di questʼultimo film, la sua carriera verrà visionata fino al 2008, anno in cui fu girato Bastardi senza gloria.

Tuttavia i suoi monumentali successi come Le iene, Jackie Brown e Pulp Fiction, saranno tutte analizzate allʼinterno del documentario.
Riprendere e analizzare la complessità di queste opere, così come cercare di sviscerare lʼessenza di un autore così visionario ed eterogeneo sarà comunque una sfida avvincente per la regista di questa ambiziosa serie di documentari battezzata per lʼappunto 21 Years: Richard Linklater.

quentin-tarantino-kill-bill
Con Daryl Hannah sul set di “Kill Bill – Parte I”

Stando alle fonti della notizia, ad aiutare la Wood nella sua impresa, saranno le interviste a molti attori che, negli anni, hanno collaborato con Tarantino diventando grandi icone del suo cinema, come Samuel L. Jackson, John Travolta, Christoph Waltz, Lucy Liu e Jamie Fox.

A sorpresa in questo primo elenco di celebrità sembra mancare Uma Thurman, colei che fu definita la musa dallo stesso regista. Che la sua assenza allʼinterno del documentario sia dovuta al tradimento del regista, che negli ultimi film non lʼha più presa in considerazione e ha addirittura affermato di aver preso una cotta per una nuova star, la giovanissima Jennifer Lawrence?
La Thurman potrebbe non aver visto di buon occhio lʼadulterio del regista.

Nel frattempo, sembra che Tara Wood sia già al lavoro per la creazione di questo documentario, che potrebbe arrivare nelle nostre sale già dallʼanno prossimo. Per ingannare lʼattesa i fan si cullano al pensiero che tra qualche mese, il 4 febbraio esattamente, lʼimpareggiabile Quentin tornerà nelle nostre sale con lʼattesissimo The Hateful Eight.

Alberto Selvatico per 9ArtCorsoComo9

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.