PendoLibro 2016: i pendolari diventano scrittori

0 727

tram-milanoPensare al pendolarismo ci rende subito insofferenti: chi è costretto a spostarsi per studio o lavoro sbuffa pensando al tempo perso, alla calca sui mezzi pubblici, ai ritardi e ai soldi spesi per i trasferimenti. Chi non è pendolare si augura di non diventarlo mai. E se invece questi viaggi forzati ci permettessero di diventare scrittori? Cambieremmo idea?

Questo è il bellissimo progetto di Saro Trovato, fondatore di Libreriamo, associazione culturale che – attraverso l’omonima testata online – incoraggia la lettura rendendo i libri più accessibili ad un pubblico di massa. L’idea di Trovato è quella di dare la possibilità agli oltre 10 milioni di pendolari in Italia di raccontare la loro storia fatta di emozioni, incontri, sguardi, rabbia e sogni ad occhi aperti, diventando protagonisti di un libro in formato digitale che sarà pubblicato da Feltrinelli Zoom.

PendoLibro 2016 si propone l’obiettivo di ripetere il successo della prima edizione del 2013, che a causa della considerevole – e forse inaspettata, trattandosi di un progetto mai sperimentato prima – partecipazione all’iniziativa, vide prorogato il termine di consegna dei racconti per ben due volte.

Ha dichiarato Saro Trovato:

Abbiamo scelto i pendolari e il pendolarismo come oggetto del nostro e-book per il duplice scopo di mettere in evidenza le problematiche che incontrano tutti i giorni gli Italiani per poter arrivare al lavoro o a scuola/università, ma allo stesso tempo per poter raccontare anche la parte più intima e relazionale dell’esperienza del viaggio giornaliero. Non solo, il libro stesso è uno dei compagni di viaggio dei pendolari.

MetropolitanaPartecipare è semplice: basta scrivere uno o più racconti basati sulla propria esperienza di pendolare, per un numero di caratteri compreso tra 6.000 e 30.000 battute, spazi inclusi. I racconti potranno essere caricati sia sul sito di Libreriamo sia sulla loro pagina Facebook fino al 15 febbraio 2016 – o, anche questa volta, sarà necessaria una proroga? – e saranno poi valutati da un’apposita giuria. I testi migliori saranno inseriti nell’e-book PendoLibro 2016 con la firma dell’autore di ciascun racconto.
In questo caso, al contrario della precedente edizione, l’e-book non sarà gratuito: sarà in vendita alla cifra simbolica di 0,99€ per sostenere l’associazione culturale Libreriamo.

È raro imbattersi in iniziative così belle: promuovere la cultura è già lodevole di per sé, se poi si aggiunge la possibilità di donare a così tante persone l’opportunità di esprimersi e l’intelligenza di procurasi dei fondi – cosa di cui le associazioni culturali senza scopo di lucro scarseggiano sempre, perché tanto la cultura può aspettare – in modo tanto discreto e per nulla invasivo, non posso che congratularmi con Trovato e augurare a Libreriamo tutto il successo possibile.

E voi, la prossima volta che prendete i mezzi pubblici provate a mettere via lo smartphone e a guardarvi intorno: vi renderete conto che c’è un mondo di storie da scrivere.

Federica Caricilli per 9ArtCorsoComo9

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.