MTV EMA 2015: Tra Justin Bieber e altre delusioni

0 611

Domenica si è tenuta l’edizione 2015 degli MTV Europe Music Awards, in diretta dal Mediolanum Forum di Assago.
Il cantante Ed Sheeran e l’attrice e DJ Ruby Rose sono stati i presentatori della serata, la quale, nonostante le grandi premesse, si è rivelata piuttosto piatta e a tratti noiosa.

mtvema-19_3482796kNessuno scandalo, nessuna Miley Cyrus con le sue mosse provocatorie, nessuna Nicki Minaj che litiga con qualcuno o performance degne di entrare nella storia.
Considerato il panorama musicale contemporaneo, la cosa non mi stupisce, visto che sono veramente pochi gli artisti con le carte in regola per entrare nell’Olimpo della musica mondiale. Purtroppo vengono a mancare le regine della musica pop (perché si sa, tralasciando Michael Jackson, il pop è donna): Britney Spears, Lady Gaga, Madonna e Beyoncé non sono neanche state prese in considerazione per le nomination, fatta eccezione per Lady Gaga che è stata accontentata insieme a Tony Bennett con un Best Live Act, che non ha comunque vinto.
Queste assenze sentite hanno però permesso agli artisti emergenti di avere il loro spazio. Ciò non toglie che quelli più in voga non si sono presentati all’evento, un po’ a causa di impegni come Taylor Swift in giro per gli Stati Uniti con il suo acclamatissimo 1989 World Tour, o Ariana Grande e Demi Lovato in piena promozione delle loro nuove uscite Focus e Confident, un po’ perché probabilmente hanno preferito godersi lo show sul divano di casa propria.

Ad aprire le danze sono stati Macklemore & Ryan Lewis con il loro ultimo singolo Downtown ed il primo premio ad essere consegnato è Best Male vinto da Justin Bieber. Tra luoghi comuni sull’Italia e fan in delirio, Ellie Goulding prende possesso del palco che esegue la sua Love Me Like You Do in una scenografia da Venere di Botticelli futurista e ammetto di averla apprezzata molto.
Quando parliamo di classe ed eleganza il primo nome che ci viene in mente è sicuramente Nicki Minaj ed è proprio lei a vincere il premio per Best Hip Hop, ringraziando con un videomessaggio perché neanche lei è presente all’evento.
12189653_1004645389601274_8118281703805989481_nMacklemore & Ryan Lewis tornano sul palco per ritirare il premio Best Video per poi lasciare il palco ai Rudimental e ad Ed Sheeran che si esibiscono con il nuovo singolo Lay It All on Me. Inutile dire che Ed è sempre una certezza in fatto di perfomance e questa volta non è da meno, ma ammetto di essere di parte. Non a caso, il premio Best Live Act viene vinto proprio da lui.

L’esibizione che tutti però attendono è quella dell’unico ospite un po’ importante della serata, ovvero Justin Bieber (rendiamoci conto). What Do You Mean? è sicuramente uno dei brani del momento e Justin sa tenere il palco, un po’ meno la voce, ma alla fine la perfomance ottiene un grande riscontro dal pubblico e si dimostra all’altezza della serata.
Probabilmente un complotto divino ha deciso che Justin Bieber, essendo l’unico presente, fosse quello a ritirare più premi, infatti si aggiudica anche Best Collaboration per Where Are Ü Now insieme al DJ Skrillex e al produttore Diplo. E io che avrei scommesso tutto su Taylor Swift.
Tori Kelly è un’artista sulla quale MTV sta puntando molto, infatti sale sul palco subito dopo eseguendo la sua Should’ve Been Us e alcune cover, prima di essere raggiunta da Andrea Bocelli, che ripropone la sua Con Te Partirò (visto che Ariana Grande non era presente per poter eseguire E più ti penso) per poi cantare Just Give Me A Reason di Pink e Nate Ruess in modo assolutamente inaspettato e sorprendente. Forse il momento più piacevole della serata.
L’evento si conclude con l’assegnazione del premio Best Look ancora a Justin Bieber e la perfromance di Pharrell Williams con il suo ultimo singolo Freedom.

italy-2015-mtv-ema-awards-photo-callInsomma, la cerimonia non è stata assolutamente tra le migliori mai realizzate, le performance hanno occupato molto del tempo a disposizione, tagliando sulle premiazioni, molte delle quali non sono avvenute in diretta.
Ciò che stupisce di tutti gli Awards di MTV è l’utilizzo massiccio di effetti speciali e scenografie spettacolari per rendere le esibizioni ancora più sfarzose e opulente. Sorge spontaneo chiedersi se servono per mascherare una mancanza qualitativa all’interno delle esibizioni stesse, in cui gli artisti provano a lasciare la propria impronta nella scena mondiale.

Le vittorie dei premi sono discutibili, viste e considerate anche le nomination stesse, ma questo è il problema di quando si affida il giudizio al popolo: assegnazioni scontate e casualmente sempre ad artisti acclamati da un pubblico che punta più sull’aspetto scenografico ed estetico piuttosto che sulla qualità stessa del prodotto.

In conclusione, tra l’EXPO e gli Europe Music Awards, quest’anno Milano è stata al centro dell’attenzione mondiale, tuttavia per questo evento qualcosa nell’organizzazione è andato storto. La scarsa presenza di VIP e una promozione probabilmente insufficiente non hanno soddisfatto le previsioni per un evento di questo tipo.

A quale scopo promuovere progetti di queste proporzioni per ritrovarsi poi con un intrattenimento mediocre e al di sotto delle aspettative? Siamo davvero riusciti a rilanciare la cultura del nostro Paese o potevamo fare di più e meglio?

Qui l’elenco completo dei vincitori:
Best Song: Taylor Swift – Bad Blood (feat. Kendrick Lamar)
Best Pop: One Direction
Best Female: Rihanna
Best Male: Justin Bieber
Best Live Act: Ed Sheeran
Best New: Shawn Mendes
Best Rock: Coldplay
Best Alternative: Lana Del Rey
Best Hip Hop: Nicki Minaj
Best Electronic: Martin Garrix
Best Look: Justin Bieber
Best Collaboration: Skrillex & Diplo – Where Are Ü Now
Best Push: Shawn Mendes
Best World Stage: Ed Sheeran
Biggest Fans: Justin Bieber
Best Video: Macklemore & Ryan Lewis – Downtown
Best Italian Act: Marco Mengoni

Justin Bieber – What Do You Mean

Mattia Vismara 9ArtCorsoComo9

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.