Simpson, finalmente l’atteso coming out di Smithers

0 504

Dopo 25 anni uno degli elementi fondamentali dei Simpson verrà dichiarato: Waylon Smithers, assistente di Montgomery Burns, dichiarerà la sua omosessualità. In un episodio speciale di due ore, Smithers avrà finalmente il coraggio di dichiarare la sua omosessualità. I fan della serie lo hanno sempre saputo. Non è mai stato nascosto. In un episodio lo vediamo pattinare con una canottiera fucsia nel quartiere gay di Springfield. In un altro è in vacanza in un villaggio turistico per soli uomini. Il personaggio di Smithers proprio per questa svolta avrà più spazio e probabilmente si staccherà dal suo capo, da sempre amato. “Burns non ha mai sospettato nulla” ha raccontato Al Jean, produttore della serie. Che l’annuncio scateni una cattiva reazione al vecchio imprenditore? patty-bouvier-lesbian-the-simpsons

Non è il primo caso di omosessualità nei Simpson. La sorella di Marge, Patty Bouvier, ha dichiarato di essere lesbica anni fa. Il coming out di Smithers potrebbe essere d’aiuto. Diversi studi hanno dimostrato come un personaggio omosessuale abbassi il pregiudizio negli spettatori americani. I Simpson sono il classico show da americano medio. In molti si aspettano reazioni contrariate dal pubblico conservatore e probabilmente alcuni politici potrebbero anche utilizzarlo in chiave propagandistica, visto il periodo elettorale che durerà fino al prossimo anno. Nel 2005 il coming out di Patty portò a critiche da parte delle associazioni familiari o in difesa dei minori.

L’uguaglianza dei diritti passa anche dalle serie tv. Shonda Rimes, produttrice di Grey’s Anatomy, Scandal e Le regole del delitto perfetto parlando dell’introduzione di personaggi omosessuali nei suoi telefilm ha dichiarato: “Volevo semplicemente normalizzarle”. Perché nel 2015 l’essere gay non può essere ritenuto una cosa particolare e di pochi. Anche in House of Cards Frank Underwood, nel ruolo di Kevin Spacey, mostra il suo aspetto bisex. Dopo la storica sentenza della Corte suprema negli Stati Uniti, il presidente Barack Obama dichiarò: “L’amore vince”. Che la televisione abbia fatto la sua parte? Normalizzare la società attraverso dei personaggi amati. Dire allo spettatore che quel personaggio amato da tutti è gay ha un grosso impatto. “Vedi? Il tuo personaggio preferito è gay. Hai mai visto qualcosa di sbagliato in lui?”. Mettere il pubblico di fronte alla propria ipocrisia. E se il coming out di Smithers può servire, ben venga.

Lorenzo Allamprese per 9ArtCorsoComo9

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.