Giorgio Vasari, tra arte e cinema

0 1.234

Oggi, 30 luglio 2015, ricorre l’anniversario della nascita di un pittore, architetto, storico dell’arte e biografo italiano, Giorgio Vasari. Nato ad Arezzo nel 1511, durante la sua formazione in bottega a FirenGiorgio_Vasari_Selbstporträtze, incontra artisti di fama internazionale, come Rosso Fiorentino, Michelangelo e Andrea Del Sarto. Questi incontri influenzarono fortemente la tecnica di pittura e lo stile dell’artista. Il nome Giorgio Vasari, è ricordato spesso anche per le “Vite”, pubblicate per la prima volta nel 1550. Questa può considerarsi la prima raccolta moderna e sistematica di bibliografie artistiche. Nello scritto troviamo la descrizione della vita e delle opere di 160 personaggi, tra pittori, scultori e architetti.

“Ve…sorry, Ve…sorry”. Con queste due “parole” Robert Langdon, interpretato da un super Tom Hanks, apre l’ennesimo mistero scritto da Dan Brown, “Inferno”. Libro che agli inizi del 2016 troveremo trasformato in film sul grande schermo, ambientato a Firenze (e non solo!) che vede il protagonista, come nei romanzi precedenti, intento a svelare intrighi e segreti, che questa volta corrono tra le vie del centro storico della capitale artistica del Rinascimento. Tra Palazzo Vecchio, il Campanile di Giotto, il Duomo, il Battistero e…gli Uffizi. Capolavoro ideato e progettato dal Giorgio Vasari. Infatti nel film troviamo numerosissimi cenni all’artista e alle sue opere, e forse chissà…quelle parole: “Ve…Sorry, Ve…sorry” vogliono dire qualcosa di più?

Se perfino nel 2015 sentiamo parlare di Giorgio Vasari un motivo ci sarà. Oltre ad avere lasciato un segno nell’arte, lo ha lasciato anche nella scrittura e nel cinema. Un personaggio passato tutt’altro che inosservato nella storia.

Tanti auguri artista!

Alberica Mandelli per 9ArtCorsoComo9

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.