Poliziotto si veste da donna nell’intimità: sospeso

0 864

“Gravissima mancanza di correttezza nel comportamento” questa la giustificazione per il mese di sospensione dal servizio inferto al poliziotto pizzicato mentre indossava abiti femminili succinti scattandosi foto e pubblicandole online. Nessuno scatto osé o comunque ingiurioso solamente pose e abiti da donna e il poliziotto fu vittima di questo ingiusto provvedimento disciplinare. E’ quello accaduto in una questura lombarda ma che una sentenza della giustizia amministrativa dichiara non ammissibile: “libera espressione della propria vita sessuale e non è indecoroso”. Così il Tribunale amministrativo ha riconosciuto all’agente un risarcimento da parte del ministero dell’Interno. 

Tutto è bene quello che finisce bene ma l’Italia a monte si conferma come il solito paese bigotto che non riesce a passare sopra alla propria superficialità. Almeno questa volta una sentenza ha ristabilito la giustizia.

New’sPills per 9ArtCorsoComo9

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.