“Non sono razzista ma…” Non vi sopporto veramente più

0 661

Amza news tra web e realtà

Lettera aperta del direttore di AMZA Unconventional Press Agency, @fiakketto, a tutti coloro che hanno pensato, detto o scritto, almeno una volta nella vita: “Io non sono razzista ma…”:

“Non sono razzista e non vi sopporto veramente più. Piccoli ipocriti ignorantelli del mondo virtuale, vi nascondete dietro uno schermo, dietro una tastiera, e vi lasciate manipolare da quattro populisti che raccontano favole sul non razzismo, sui problemi di immigrazione, sul bisogna fermarli, rimandarli nei loro paesi, ci costano troppo, stanno negli alberghi a nostre spese.

Io non sono razzista e non vi sopporto più:


E come dimenticarsi dei politici?


E intanto la situazione è questa:


Io non sono razzista ma… è l’origine di ogni razzismo. La legge va rispettata, DEVE essere rispettata, se un uomo scende in strada con un machete e aggredisce un altro uomo il problema non è se questo è italiano, sudamericano o nordafricano, il problema sta nel fatto che questo è un pazzo criminale.

Io non sono razzista ma voi sì. Mi spiace che non mi capiate, forse eravate distratti quel giorno a scuola quando si parlava di nazismo, o molto più probabilmente siete troppo stupidi per capire un discorso più lungo di tre periodi: è per questo che Salvini non fa mai discorsi lunghi, per non perdere la vostra attenzione da criceti. O forse vi basta lavarvi la vostra coscienza ipocrita la domenica in Chiesa, voi non siete razzisti ma sì alle ruspe, le case e il lavoro agli italiani, affondiamogli i barconi, aiutiamoli a casa loro, solo quelli che hanno diritto all’asilo, devono lavorare, rubano tutti.

Vorrei farvi capire che voi siete razzisti perché loro sono esseri umani, esattamente come voi. Saprei come farvi capire, mi basterebbe infibularvi, impedire alle vostre figlie di andare a scuola per poi rapirle e regalarle come svago al mio esercito. Mi basterebbe bombardare i vostri bambini mentre giocano a pallone sulla spiaggia di Gaza. Mi basterebbe sgozzarvi mentre camminate per strada perché non conoscete il Corano. Mi basterebbe vedervi morire di scabbia e di ebola senza alzare un dito. Mi basterebbe lasciarvi attraversare il Mediterraneo su un’imbarcazione fatiscente, senza acqua potabile per tutto il viaggio e stretti come un cargo di bestiame, voi, voi, che non siete razzisti ma non sopportate quello che puzza sulla metro.

Ma per fortuna vostra io non lo farei mai, perché io non sono uno sporco ipocrita razzista, io non sono come voi, voi siete esseri umani e io non userei mai violenza contro di voi, se voi stesse morendo di sete dividerei con voi la mia acqua, ebbene sì, anche con voi, sporchi razzisti.”

Per info: #nonsonorazzistama #seisolounostupidofigliodiputtana

AMZA Unconventional Press Agency

Visita il nostro laboratorio di SATIRA 2.0 alpha su AMZA Unconventional Press Agency  e seguici su @amzanews

by @fiakketto per 9ArtCorsoComo9

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.