Priceless Milano: un ristorante senza prezzo

0 693

Da poco inaugurato il primo “teatro gastronomico ambulante” d’Italia, il Priceless Milano.

In realtà non ha nulla a che vedere con la pratica teatrale, ma evidentemente i suoi architetti, Park Associati, che così l’hanno definito, volevano far passare l’idea che il ristorante mobile Priceless Milano fosse anche un palcoscenico dove rinomati chef stellati potranno mettere in scena le loro abilità culinarie.priceless sera

Il Priceless Milano è infatti un esclusivo ristorante con le ruote, “montato” sul tetto di Palazzo Beltrami, in Piazza della Scala. Perciò state attenti milanesi, potrebbe cascarvi un ristorante proprio sul vostro terrazzo!

I Park Associati, nonché Filippo Pagliani e Michele Rossi, hanno pensato per il pop up restaurant ad uno spazio di 150 metri quadri, sormontato da una singolare vela in alluminio, che ripari i commensali dall’irraggiamento.

Pochicommensali. 24 seduti e 66 in piedi.

Dico pochi perché il locale è chiaramente selettivo. Il nome stesso “senza prezzo” suggerisce che probabilmente all’ingresso bisognerà dichiarare il reddito. E l’inaugurazione avvenuta a porte chiuse paleserebbe la mia teoria.

beatrlesIndubbio sono l’originalità del progetto, il fatto che da là sopra la vista sia meravigliosa e la qualità del menù proposto. Sembra quasi però che lo scopo diventi più che altro elevare e distinguere coloro che possono entrarvi.

Quei pochi che riusciranno a salire sul tetto in Piazza della Scala, non saranno però i primi a guardarci dall’alto in basso. Anche i Beatles scelsero proprio un tetto come location per il loro ultimo concerto, il 30 gennaio 1969. E non lo scelsero per i fan, ma semplicemente perché dovevano registrare delle scene per il loro film-documentario Let it be e volevano fare qualcosa di grandioso, innovativo, elevato.

Insomma oggi si punta ad arrivare in alto, sempre più in alto. Un po’ come nel Medioevo, che per dimostrare la propria potenza si facevano erigere torri nel proprio palazzo. Nel cortile stavano i cortigiani, in alto i ricchi.

Al Priceless Milano ci vanno i benestanti, tutti gli altri, dal basso, non possono far altro che guardarli mangiare. Ma se spostate leggermente lo sguardo, dietro l’obbrobrioso paravento di alluminio, noterete altre stelle, che non sono quelle Michelin dei piatti che la Priceless people sta mangiando.

Beatrice Sarno per 9ArtCorsoComo9

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.