Robert Langdon: nuovo Oltreuomo?

0 1.563

Tom Hanks e Ron Howard  si trovano attualmente a Venezia per registrare le prime scene di Inferno (2013, edizioni Mondadori), adattamento cinematografico dell’ultimo romanzo di Dan Brown, autore de Il codice Da Vinci (2003, edizioni Mondadori) e Angeli e Demoni (2000, edizioni Mondadori), entrambi trasposti su pellicola (2006-2009).

image3Il Codice Da Vinci, per la versione cartacea ma soprattutto con l’uscita nei cinema, ha suscitato ampie critiche non solo di storici o storici dell’arte, ma in particolare degli ambienti cattolici e, ovviamente, del Vaticano. Anche Angeli e Demoni non lascia certo trasparire una buona immagine di quanto possa accadere tra le mura di San Pietro. Eppure leggendo i suoi romanzi, la capacità critica sembra spegnersi: per quanto le critiche mosse a essi siano inamovibili, nel corso della lettura non lasciano invece adito a dubbi. Ed è sicuramente questa la grandezza dello scrittore: farci credere tutto incondizionatamente.

Eppure, nonostante non siano romanzi storici né abbiano mai preteso di esserlo, hanno suscitato ampia critica, forse per paura che si potesse effettivamente credere che le  avventure del protagonista Robert Langdon potessero avere un fondo di verità.  Sicuramente la tradizione filosofica e politica che tra ‘700 e ‘800 che ci vedeva diretti verso una totale secolarizzazione, per cui le società non sarebbero più state influenzate da quale che sia pensiero religioso, come già notato da vari pensatori nell’ultimo secolo ha subito un’irreversibile inversione di marcia. Inventare storie che tendono a screditare le gerarchie ecclesiastiche, anche in una finzione non blasfema, non è ancora possibile.

Cosa intimorisce di Robert Langdon, illustre letterato con la passione per i simboli, claustrofobico, ma soprattutto irreale? Nietzsche parlava della venuta un giorno –non così certa- di un Über-mensch, di un Oltre-uomo che andasse oltre i valori e le verità ormai ridotte a menzogna, a ombre, a metafore, oltre a tutto il macigno culturale ormai vano che teniamo sulle spalle. Che sia arrivato tra noi?

 Marta Merigo per 9ArtCorsoComo9

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.