Star Wars VII in Italia prima di tutti. E non è uno scherzo della Disney.

0 450

Comincio a pensare che ci stiano prendendo tutti per i fondelli. E anche con successo.

Qualche mese fa i milioni di fans italiani di Star Wars invadevano le bacheche di Facebook e di Twitter con post e24th Annual Producers Guild Awards - Arrivals tweets di rabbia e malcontento. Il settimo capitolo della saga di fantascienza nata dalla fantasia di George Lucas sarebbe arrivato in Italia in ritardo di qualche settimana per lasciare spazio ai cinepanettoni e alle produzioni nazionali. Ieri la notizia non solo è stata smentita, ma persino ribaltata. Star Wars Episodio VII – Il risveglio
della forza 
arriverà in Italia il 16 dicembre, due giorni in anticipo rispetto alla release mondiale
. Ad annunciarlo è stata la Disney, che dall’ottobre 2012 detiene i diritti di Star Wars (ma di cosa d’altronde la Disney non detiene i diritti ormai?), approfittandone per rivelare anche che il nuovo film Pixar, The good dinosaur, sarà nelle sale dal 25 novembre. 

Che il film di J.J. Abrams sia il più atteso in assoluto dell’anno è a dir poco evidente. Primo motivo: è la nuova fatica di uno dei registi più chiacchierati degli ultimi anni in campo fantascientifico e spesso indicato come il degno erede della tradizione Spielbergiana. Ma soprattutto dell’autore delle ultime due pellicole legate all’universo di Star Trek. In altre parole l’eterno rivale di Star Wars.

Secondo motivo: Star Wars è una delle saghe cinematografiche più amate e seguite di tutta la storia del cinema. E soprattutto una delle saghe che tramite il merchandising, i fan club e una campagna pubblicitaria puntuale ha sempre saputo come tenere desta l’affezione dei suoi fans. Ecco allora che il trailer comparso su internet alla fine del 2014 ha scatenato una valanga di commenti, di parodie, critiche, supposizioni come raramente si era visto fino ad ora, costringendo tutti a parlarne e a prendere soprattutto posizione sull’inedita elsa della spada laser (che a me piace molto: anche Star Wars ha bisogno delle sue tamarrate).

In particolare poi con questo ultimo capitolo, il primo a uscire davvero nel pieno dell’epoca Web 2.0, risulta Falconimpossibile evitare di coinvolgere il pubblico. Il 16 aprile sarà la giornata dello Star Wars Day, appuntamento ormai annuale ma quest’anno animato anche dalla presentazione del nuovo attesissimo trailer. E la Disney assicura che non mancheranno altre sorprese per tutto il 2016.

Per tutti questi motivi arrivo a supporre per assurdo che da parte della distribuzione italiana si sia bluffato apposta con le prime notizie riguardo alla uscita in ritardo della pellicola. Certo, il film di Checco Zalone è slittato al 1° gennaio lasciando spazio alla imprese di Luke Skywalker e Han Solo  di occupare per Natale gli schermi di tutta Italia.Ma pensateci bene: creare un hype clamoroso per poi aggiungerne altro ancora, convertendo la rabbia in gioia non sarebbe davvero il colpo promozionale del secolo?   

Francesco Zucchetti per 9ArtCorsoComo9

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.