Knowles sbaglia la sorella: crisi da Zanotti e TopShop

0 667

Che Beyonce sia la migliore è inconfutabile. Ha la voce d’usignolo che nessun auto-tune. Non solo sa ballare, ma possiede una presenza scenica senza pari. La performance Ring The Alarm (VMA 2006) è la migliore dei 2000. Che se avessi un gergo danzerino, saprei meglio spiegare ciò che fa quando si piega sino a oltrepassare il carico di rottura di un qualsiasi essere umano, senza spezzarsi.Beyonce-Givenchy-black-dress-Met-Gala-2012

Certo lei può tutto, ha persino recitato. Ma in quanto a finezza pecca un poco. Il Michael Costello ai Grammy 2014 abbinato al paglierino dei capelli era da rabbrividire. Persino il Givenchy Couture al MET ’12 è riuscito a sfigurare. Bello da morire, finché le sue curve prosperose non lo hanno dilaniato. Per non parlare delle mises da partite. A bordo campo, tra palle da basket e giocatori sudati, eccola in tacchi da vertigine e abiti succinti. Ma come ogni talento, questo si concentra in una definita arte. Se si estendesse a tante, allora si giocherebbe a fare Dio.

Lascia troppo poco all’immaginazione la collaborazione di Beyoncé con Giuseppe Zanotti. Il talentuoso designer di calzature italiano ha in procinto la creazione di un modello (uno solo, grazie a Dio) con lo stilista della cantante. Beyoncé avrà il compito di decretarne la sorte. Pollice verso se la scarpa non si è dimostrata abbastanza valorosa nell’arena degli stiletti. Lunga vita se tra tacco, plateau e decorazioni, raggiungerà lo scopo di doppiare il 2657EB1800000578-2980959-image-m-2_1425558998586metro e settanta della cantante.

Ma non solo Zanotti, anche TopShop si unisce a B per una collezione. Non una banale capsule, bensì una joint venture, la Parkwood Topshop Athletic Ltd, la quale produrrà abbigliamento sportivo, calzature e accessori dal prossimo autunno.

La domanda sorge spontanea, non avranno mica sbagliato Knowles? Perché in famiglia è sì Beyoncé ad avere il dono di voce e movenze, ma senza dubbio è Solange quella con stile rispettabile da vendere. Sempre impeccabile e mai banale, la sorellina è la più indicata per collezioni di vera moda. Tant’è che non è nuova alle collaborazioni, prima tra tutte quella con Puma per reinterpretare il modello XT2.

Se a Cesare spetta ciò che è di Cesare, lasciate a Beyoncé musica e palcoscenico e date a Solange più carta bianca e collaborazioni. Per il bene nostro e di tutta la santa scena della moda.

Visita il nostro laboratorio mentale Vita da S.

Sabrina Nunziata per 9ArtCorsoComo9

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.