Asterix in libreria con Panini

0 1.452

 Panini ha firmato un importante accordo con il gruppo editoriale francese Hachette per l’edizione italiana di Asterix.

La casa editrice modenese, famosa per gli album di figurine dei calciatori con cui da decenni appassiona milioni di italiani, ha messo a segno un importante colpo. Asterix va infatti ad infoltire la schiera di fumetti che ha reso Panini il punto di riferimento nel settore: Topolino, Naruto, Star Wars, per citarne alcuni.

Dopo quasi cinquant’anni con Mondadori, Asterix ha ora un nuovo editore. La prima apparizione italiana del fumetto risale al 1967, sulle pagine di Asterlinus, supplemento della rivista Linus. Nell’anno seguente passa a Mondadori, suo editore storico fino alla recente acquisizione da parte di Panini.

La storia di Asterix inizia nel 1959, anno di pubblicazione di Astérix le Gaulois (Asterix il gallico), primo numero del fumetto ideato da René Goscinny e Albert Uderzo, riscorpo2pettivamente autore dei testi e disegnatore. La serie ha conquistato subito un gran numero di lettori. Ambientata nella Gallia ai tempi di Giulio Cesare, ha per protagonista il piccolo ma energico Asterix, accompagnato dal fedele amico Obelix, un gigante buono perennemente affamato. Il leitmotiv della storia è la resistenza all’avanzata romana, che i due conducono con l’aiuto di personaggi più o meno secondari. Tutti i nomi dei personaggi sono caratterizzati dal ricorso a giochi di parole francesi, spesso resi diversamente nella traduzione italiana.

Il tema della resistenza in Asterix è stato a lungo oggetto di letture patriottiche: se inizialmente ricordava l’orgoglio francese di fronte all’occupazione tedesca, negli anni seguenti viene interpretato come il rifiuto dell’egemonia mondiale statunitense. Oggi Asterix viene piuttosto letto in chiave satirica, una sorta di rappresentazione caricaturale del popolo francese.

La serie a fumetti, dalla sua apparizione ad oggi, ha ottenuto un successo di risonanza mondiale. Sono 110 le lingue in cui è stata tradotta, con 335 milioni di copie vendute. Negli ultimi decenni è stata inoltre rivisitata in ambito multimediale, con la diffusione di film e videogiochi. Risulta evidente il potenziale economico che quest’operazione avrà per Panini.

Ecco le dichiarazioni di Marco M. Lupoi, direttore editoriale e licensing del gruppo Panini S.p.A.: “Per Toutatis! Nessuna iperbole può esprimere l’importanza dell’arrivo di Asterix nella scuderia Panini Comics. Asterix è in assoluto una delle icone leggendarie del fumetto, un personaggio che, con la sua verve, il suo scatenato spirito di iniziativa e il suo mondo variopinto fin dagli anni 70 ha saputo scavare una breccia anche in Italia. Non posso che essere profondamente orgoglioso di questa nuova sfida”.

Panini porterà in libreria tutti e 35 gli albi ufficiali di Asterix, rigorosamente secondo l’ordine cronologico originale. La gestione del progetto inizierà a fine aprile, quando il volume Come fu che Obelix cadde da piccolo nel paiolo del druido verrà presentato in anteprima al Comicon di Napoli, il Salone Internazionale del Fumetto che si svolgerà dal 30 aprile al 3 maggio..

L’arrivo in libreria è invece previsto per il mese successivo, con la nuova edizione di un volume quasi introvabile. Un appuntamento che sicuramente farà gola ad appassionati e collezionisti.

 Gabriele Scuderi per 9ArtCorsoComo9

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.