Il gusto va a braccetto con la tradizione. VizEat è la ricetta

0 1.066

Lo sappiamo bene, il cibo è il fiore all’occhiello della nostra terra, l’Italia. Da nord a sud non c’è regione che non possa offrire un piatto tradizionale degno di una buona forchetta.  Che ne dite di un bel risutin giald o di una bela cutuleta. Forse dato il tempo, preferireste un po’ di polenta e osei… Ma che dico? Maccarùne che le cime de rape, Nampepata e cozze e tutti a tavola!

trattoriaE sarebbe davvero fantastico se, sedendoci al tavolo del ristorante, accuratamente scelto dalle recensioni online, potessimo assaporare queste delizie nella loro autenticità! Ahimè, molto spesso la tradizionale arte culinaria della nostra penisola, tramandata di generazione in generazione, non è la stessa che assaporiamo in quei posti che vantano la loro “cucina casereccia”.

Il nostro pasto si conclude, ma rimaniamo comunque a bocca asciutta, con il desiderio fisso di assaggiare un autentico piatto emiliano, piuttosto che sardo o calabrese, ma siamo costretti a tornare a casa, con il proposito di ritentare la famosa “prossima volta”.

Tuttavia, non bisogna più temere di cascare nel tranello dei commercianti, che ci rifilano portate contaminate da abbellimenti che ne rovinano il gusto originale. Infatti anche in Italia è arrivata l’ancora di salvezza per turisti (e non) alla ricerca dei cosiddetti piatti della nonna.

Sto parlando di VizEat, una piattaforma social-eating, dove gente comune offre le proprie conoscenze in campo di cucina per soddisfare i palati dei migliori buongustai.

260x375L’idea, che viene dalla Francia, è nata nel luglio 2014 grazie a Jean Michel Petit e Camille Rumani e sta spopolando in tutta Europa. Finalmente anche gli italiani potranno far rinascere quelle gustosissime ricette ormai dimenticate dagli chef dal palato sopraffino.

Il gioco è semplice. È necessario iscriversi al sito, proporre data, menù, prezzo della cena e attendere che qualche guests ne venga ingolosito. Il pagamento avviene attraverso il sito che tratterrà solo il 15% di commissioni a carico degli ospiti, e il giorno dopo l’evento, il resto dell’incasso verrà accreditato tramite PayPal ai padroni di casa.

Per ora le città in cui ci sono host disposti ad accogliere commensali sono Milano, Roma e Bologna, ma il fenomeno è in espansione e avrà sicuramente successo. In Francia VizEat è gia partener ufficiale del turismo di Parigi e di Atout France, grazie alla grande capacità attrattiva del sito. In Italia il partner scelto è The Breakfast Review che si impegna a raccogliere utenti e a offrire servizi di sicurezza per i pagamenti con tanto di assicurazione che copre eventuali danni fino a 100 mila euro.

Pertanto, da oggi, armatevi di forchette e mouse alla riscoperta delle tradizioni!

Sofia Zanotti per 9ArtCorsoComo9

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.