L’Oroscopo #Politcally-Trash™: tutto quello che non volevi sapere pt.2

0 624

La settimana politica italiana è sempre caratterizzata da diversi avvenimenti che a tratti possono essere considerati gaffes colossali o geniali trovate pubblicitarie. In tutti e due i casi chiunque osservi il tran tran tra Talk (tante T fanno bene alla lingua), piazze e altri ring non può che rimanerne a bocca aperta. Non bisogna poi dimenticarsi di avvenimenti giudiziari, sempre molto in voga, e di altre singolari chicche tutte italiane. Ecco il perché di questa nuova rubrica. Se ti sei persa/o qualche rissa televisiva, qualche insulto volante tra un tweet e l’altro o semplicemente sei bramoso di notizie non essenziali ma istituzionali: sei nel posto giusto! Impacchettata e già precotta, anzi scotta, subito pronta da rigurgitare eccola qua servita su un piatto ovviamente d’argento: L’OROSCOPO #POLITICALLY-TRASH.dad2

Amore: Sembrano volte al termine altre 17 storie d’amore in casa M5S. Grillo ha sul suo tavolo quel popò di potenziali espulsioni. La notizia però sembra un po’ confusa. Nonostante il clima freddo gli animi sono roventi e in un fervore primaverile. I portavoce tentano di sminuire: “Sono solo speculazioni giornalistiche, la decisione di convocare un incontro congiunto per il 3 dicembre è solo per creare un clima di pace e serenità”. Sarà per quello che la pre-riunione con i 17 imputati la si poteva ascoltare con “urla che si sentivano perfino dalla strada”, voce trapelata da un esponente del M5S. Be’ chissà magari tra qualche mese saranno rimasti i giusti giocatori per un bel poker, ovviamente ad eliminazione diretta. Voto Trash: 7.

Eros: Arrivano in questa settimana trash-chicche di altissimo livello direttamente dalle parole della escort più famosa d’Italia: Patrizia D’Addario. Le rivelazioni avvengono davanti ai giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Bari e aggiungono particolari piccanti alle notti nei vari palazzi del potere. La sera del 26 Ottobre 2008 la Patrizia Nazionale era a cena con B. e “molte ragazze senza slip” in quel di Palazzo Grazioli. La stanza della cena era abilmente rifinita con farfalle ovunque: dai tovaglioli alle bottiglie fino ad arrivare ai lampadari. “Mi spiegarono che era simbolo della parte più intima delle donne”. Che sapienza, che gusto e che stile il Cav dei tempi d’oro. Subito dopo si ritrovarono in un letto 4 donne e Lui, ma tutt’un tratto la D’Addario si accorse che qualcuna la “accarezzava in un posto che non avrebbe dovuto”, allora scossa e piangente si rifugiò in bagno e lì arrivò a rincuorarla il buon padrone di casa. Finale commovente da Oscar. Altro particolare non da poco, un ennesimo incontro la sera del 4 Novembre a cui B. partecipò dando però buca ad un altro impegno istituzionale. “Berlusconi era stato invitato ad una cena all’ambasciata Usa per l’elezione di Barack Obama, ma lui rifiutò inventandosi che aveva la febbre, lo fece per stare con Noi”. Ogni tanto bisognerà pur staccare dal lavoro giustamente! Voto trash: 12

Affari: Per la prima volta dalla notte dei tempi, d’oro e non, la magistratura contabile mette in stato d’accusa il sistema di donazione dell’8xmille, sostenendo che è necessaria una trasparenza maggiore. Ma dai, ma pensa un po’ te. “La contribuzione alle confessione religiose (cioè UNA, ma usare il plurale salva da una decapitazione evidentemente) ha superato i due terzi delle risorse destinate per la conservazione del patrimonio artistico del Paese”. In altre parole, si potrebbe dire il 99% delle donazioni, ma come per Peppa Pig/Peppina la Maiala, “più dei due terzi” suona meglio. Ci si è accorti che l’italiano medio, pigro, non opti nella sua dichiarazione dei redditi per alcuna destinazione. In automatico, come tutti ben sappiamo, quei denari vanno allE confessionI reldad3igiosE. Che strano, come spiegarsi questa cosa dei “più dei due terzi”, bisogna fare un’indagine più approfondita decisamente. Voto trash: 8.

Salute: La settimana scorsa ci avevano preoccupato le condizioni del nostro ben amato Silvio, che a tratti, per colpa della sua uveite, rischiava di non poter più veder le bellezze della vita. Quando parlo di bellezze parlo proprio di quelle bellezze citate sopra. Questa settimana invece ci tiene a far sapere che si sente meglio. Molto meglio ahinoi: “Grillo è stanco?! Io sono in piena forma!” e ancora: “Mi sono scocciato, rischio tutto perché gli italiani devono sapere la verità”: di che verità parli nessuno lo sa, cosa rischi (uveite a parte) ancora meno. Non contento incalza argomenti tra i più disparati. Prima sparando a zero sulla magistratura “Ne ho messi sotto 10 (non alla lettera maliziosi), Grillo sarà l’11”: nessun nesso ma lo capiamo si sa la foga; poi passa alle case, “per sei mesi nessuna tassa sulla compravendita”. Insomma riposte le dentiere si pensa a cose serie. Forza Ex Cav, sei tutti loro! Voto trash: 9.

Detto tutto ciò l’appuntamento è per domenica prossima con questo piccolo raccoglitore di notizie di cui sicuramente non si necessitava la conoscenza. Ma come disse il buon DelRio a Chiamparino: “Inizio io poi vai tu, tanto non mi frega un cazzo”. Sì lo so che poi è stato analizzato meglio l’audio e in realtà ha detto: “Inizio io poi vai tu, che ho la roba stesa sul terrazzo”, ma a me piace più la prima.

 

Sergio Zuppiroli per 9ArtCorsoComo9

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.