Arte in Mostra – Gli appuntamenti della settimana

0 1.154

Dopo la breve pausa estiva rieccoci pronti a segnalarvi gli appuntamenti con l’ arte più interessanti.

Milano si presenta alla grande. Martedì 16 a Palazzo Reale comincerà “Marc Chagall – Una retrospettiva” con oltre 220 opere – prevalentemente dipinti, a partire dal 1908 fino alle ultime, monumentali opere degli anni Ottanta – che guideranno i visitatori lungo tutto il percorso artistico di Marc Chagall, accostando, spesso per la prima volta, opere ancora nelle collezioni degli eredi, e talvolta inedite, a capolavori provenienti dai maggiori musei del mondo. Parallelamente il Museo Diocesano darà il via a “Marc Chagall e la Bibbia” che raccoglie più di 60 lavori il cui fulcro sono 22 guaches preparatorie, inedite sino ad ora, che si caratterizzano per freschezza e immediatezza di segno.

chagall_promenade
Chagall, Promenade

Sempre a Palazzo Reale, giovedì 18 inizierà una mostra dedicata a Segantini, uno dei più importanti pittori italiani di fine Ottocento.  Centoventi opere da importanti musei e collezioni private europee e statunitensi, divise in otto sezioni, ciascuna delle quali dedicata a un aspetto dell’arte di Segantini, offrono al grande pubblico e agli studiosi la panoramica più completa sul suo operato e consentono di scoprirlo, o riscoprirlo, nella sua straordinaria arte.

Da sabato 20, “Hiroshige” sarà il protagonista di Palazzo Grimani a Venezia. Il Museo d’ Arte Orientale esporrà tutte le vedute più celebri del Giappone, da Edo a Kyoto, e le più note e amate immagini del grande interprete dell’ukiyoe (immagini del mondo fluttuante, della vita che passa), indiscusso maestro del paesaggio, uno dei più grandi protagonisti dell’arte giapponese di tutti i tempi, definito il “cantore della natura”. Una visione della vita che a fine Ottocento affascinò e conquistò l’Europa.

 Alla biblioteca comunale dell’ Archiginnasio di Bologna nella cornice del Festival del Libro e della Storia dell’Arte, giovedì 18 aprirà al pubblico una mostra di straordinari capolavori. “La scrittura splendente” ospiterà una selezione di manoscritti eccezionali per antichità, rarità di testimonianza storica e preziosità assoluta nel campo della scrittura e della miniatura libraria. Un concentrato, quindi, di valore eccezionale, con la possibilità di ammirare alcuni pezzi di inestimabile valore.

 Sempre da giovedì 18, “Picasso e la modernità spagnola” occuperà le sale di Palazzo Strozzi di Firenze con un’ampia selezione di opere del grande maestro, che permettono di riflettere sulla sua influenza su tutta l’arte del XX secolo mettendolo a confronto con importanti artisti spagnoli come Joan Miró, Salvador Dalí, Juan Gris, Maria Blanchard, Julio González. L’esposizione accoglie circa 90 opere della produzione di Picasso e di altri artisti tra dipinti, sculture, disegni, incisioni e un film di José Val del Omar.

 Con oltre 130 opere, sabato 20 arriva a Roma, precisamente al “Dart chiostro del Bramante” una mostra interamente dedicata all’artista Maurits Cornelis Escher, incisore e grafico olandese, che racconta l’annodarsi di universi culturali apparentemente inconciliabili che, grazie alla sua arte e alla sua spinta creativa, si armonizzano in una dimensione artistica decisamente unica. Il percorso della mostra vuole seguire letteralmente lo sguardo di Escher, che ha preso le mosse dall’osservazione diretta e puntuale della natura, sull’onda del fascino che esercitò su di lui il paesaggio italiano, sapendola osservare in un altro modo, con un punto di vista diverso, tale da far emergere in filigrana quella bellezza della regolarità geometrica che talora diviene magia e gioco.

Andrea Crivellari per 9ArtCorsoComo9

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.