“Auguri Halle Berry”

0 668

Al grande pubblico il suo nome non dice molto, nonostante i numerosi film e le campagne pubblicitarie cui ha preso parte ma Halle Berry, 48 anni egregiamente portati il 14 Agosto, è stata la prima donna di colore a vincere l’Oscar come attrice protagonista per la sua focosa interpretazione in Monster’s Ball (2001) film ingiustamente passato alla storia solo per le torride scene di sesso.

Halle-Berry-In-Elie-Saab-Oscars-2002-480x800

Ritirò l’Oscar tra le lacrime, fasciata in sensualissimo abito rosso fuoco, nella stessa notte in cui l’Academy incoronava come miglior interpretazione maschile un altro attore afroamericano, il più famoso Denzel Washington, alimentando rumors che volevano una premiazione all’insegna della pelle nera per togliere una patina di razzismo dai membri dell’Academy.

La Berry ha dovuto lottare tutta la sua carriera per dimostrare di non essere solo bella, dopo il debutto come una prostituta dipendente dal crack in Jungle Fever di Spike Lee (1991) ha impiegato anni per allontanarsi dai soliti ruoli sexy, come ne I Flintstones (1994) o in Bulworth (1998), spostandosi sapientemente da un blockbuster all’altro, dalla Tempesta di X-Men (2000) al topless di Codice: Swordfish (2001).

Dopo l’Oscar ha rischiato spesso di finire nel dimenticatoio, a causa di progetti non alla sua altezza o forse per la maledizione che colpisce tutte le Bond Girl, ruolo da lei ricoperto nel 2002 accanto a Pierce Brosnan.

Nel 2004 ricevette pure il Razzie come peggior attrice per la sua prova in Catwoman, premio che ritirò di persona con un sorriso colmo di ironia, emulata solo da Sandra Bullock nel 2010.

Quest’anno, come molti attori alla ricerca di nuova linfa per la propria carriera, la Berry è passata al mondo delle serie tv con Extant, nuovo progetto di Spielberg in onda dal 9 Luglio, dove interpreta un’astronauta ritornata misteriosamente incinta dalla sua ultima missione nello spazio.

Proprio la tv aveva dato spinta alla sua carriera nel 1999, quando aveva vinto un Golden Globe e un Emmy per la miniserie Vi Presento Dorothy Dandridge sulla tumultuosa vita della prima attrice di colore ad essere nominata agli Oscar, ruolo profetico se si pensa alla statuetta d’oro che Halle ritirerà anni dopo.

Augurandole Buon Compleanno, speriamo questo progetto televisivo riporti la Berry ai ruoli cinematografici che merita, perché sa offrire interpretazioni memorabili anche nei panni di donne comuni e non solo in quelli di bellone irraggiungibili, come in Noi due Sconosciuti (2007) purtroppo passato inosservato.

 

Filippo Ferretto per 9ArtCorsoComo9

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.