In vendita la casa dove visse Fabrizio De André

0 1.474

Una casa di Revignano d’Asti è stata messa in vendita per la cifra di 290.000 €. Un rustico su tre piani normalissimo, quindi dov’è la notizia in tutto questo? La particolarità c’è se si specifica che fu luogo di residenza di Fabrizio De André in un momento particolarissimo per l’Italia e per l’intero pianeta: la seconda guerra mondiale.

DeAndre_esterno

Il cantautore genovese fu costretto all’esilio dalla sua città natale per via delle posizioni antifasciste del padre: infatti, Giuseppe De André, insegnante di scuola durante il periodo fascista cercò di evitare la deportazione di alcuni bambini ebrei. Per evitare di essere collegati al padre, la madre e lo stesso Faber decisero di andare nel paese d’origine della famiglia materna, sfuggendo alle ripercussioni e ai bombardamenti che devastarono Genova, la città di nascita del cantautore. Un luogo dichiarato immobile di interesse storico e ristrutturato dalle Belle arti di Torino anche per le storie raccontate dallo stesso Faber. Egli affermò che in questa casa nacquero alcuni dei suoi testi più famosi come “Sally” e “Ho visto Nina Volare”. Per i fan di De André il luogo è un vero e proprio culto da visitare e da oggi è anche possibile viverci. Facile pensare che chi ha amato il cantautore genovese ed ha le possibilità di poterlo fare, andarci a vivere è un privilegio enorme quindi difficilmente rimarrà sfitta ancora per molto.

Il luogo sarebbe di una bellezza estrema anche se fosse una normalissima casa, visto il panorama da sogno che ci regala la campagna astigiana, ma il fatto che fu la residenza di De André dal 1942 al 1950 la rende un pezzo di storia della musica italiana e dell’Italia in generale. Un luogo dove molti affermano che grazie al paesaggio paradisiaco nacque l’animo da poeta del cantautore e che se De André è diventato il personaggio che conosciamo è anche grazie ad esso. 290.000 € ben spesi.

 

Lorenzo Allamprese per 9ArtCorsoComo9

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.