Arte in Mostra – Gli appuntamenti della settimana

0 500

Troppo caldo? rifugiatevi in qualche museo per un sano bagno nella cultura.

Alla Reggia di Venaria Reale comincerà il 26 luglio “Raffaello e le arti decorative”. L idea della mostra nasce dal restauro dell’arazzo raffigurante “La pesca miracolosa”, dai cartoni degli Atti degli Apostoli di Raffaello. Oltre all’importante sezione dedicata agli arazzi, sono esposte una serie di preziose maioliche che riportano cartoni o disegni di Raffaello e che nel corso del Cinque e Seicento costituirono il veicolo privilegiato per la diffusione in Italia e nel resto d’Europa delle prodigiose invenzioni figurative del maestro. Completano l’allestimento anche alcuni dipinti giovanili dell’ urbinate.

giotto ognissantimadonna1700
Giotto, Ognissanti Madonna, 1700

Da venerdì 25 Maria Mulas sarà la protagonista di “Ritratti:un sessantesimo di secondo”. A Palazzo Altan di San Vito al Tagliamento l’ esposizione vuole raccontare la storia di una delle più illustri fotografe italiane, che “ha trovato, nella dialettica del vissuto e nei ritratti assoluti, l’attimo di un racconto immortalato dove valore estetico e tecnica delle parti segnano il capitolo più alto della storia fotografica degli ultimi decenni”.

Sempre da venerdì 25 si potrà fare un salto nel passato nella suggestiva Fabriano medievale. “Da Giotto a Gentile”, curata da Vittorio Sgarbi, accende i riflettori su uno smisurato patrimonio artistico in gran parte “sommerso” e inscindibile dal contesto paesaggistico e ambientale di straordinaria bellezza. Una mostra di raffinata suggestione e impatto, ulteriormente sottolineati dagli itinerari lungo il percorso urbano e nel territorio circostante tra antiche abbazie, eremi, pievi e monasteri sparsi nelle vallate appenniniche tra Marche ed Umbria, luoghi un tempo frequentati proprio da quelle maestranze che diffondevano il nuovo idioma giottesco.

Sabato 26 Pietrasanta darà il via a “450° Michelangelo Mindcraft”. L’iniziativa, che coinvolge un corposo gruppo di artisti internazionali, intende focalizzare l’attenzione su una serie di caratteristiche della poetica e dell’opera di Michelangelo Buonarroti, evidenziando attraverso l’attività espositiva la continuità di tali tematiche nell’ambito del dibattito e del linguaggio dell’arte contemporanea e le eventuali discontinuità. Il percorso si snoda attorno a due nuclei: “Shadow, Dust and a Promise of Future – Ombra, Polvere e Una Promessa di Futuro” che si svolgerà in piazza del Duomo e nel complesso di Sant’Agostino e “Tempus Fugit. Flirting with Disaster” ospitata dall’ex convento di San Francesco, sede della Fondazione Centro Arti Visive di Pietrasanta.

A Roma comincerà lunedì 21 “Power Shakes” un ciclo di videorassegne dedicato all’ oriente e all’ Asia,  il più complesso dei cinque continenti. Un patchwork di aree geografiche, politiche e religiose in continua evoluzione in cui storie, lingue e tradizioni millenarie si eclissano e risorgono intrecciandosi, in alcuni casi, in maniera inestricabile. La rassegna all’interno dell’Art Project Space di Villa Ada Festival -Roma Incontra il Mondo- vuole presentare una selezione di video di artisti provenienti da vari paesi e regioni dell’Asia che offra la possibilità di osservare questo continente in evoluzione con gli occhi dei suoi stessi protagonisti.

 

 

Andrea Crivellari per 9ArtCorsoComo9

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.