Sorrentino come De’ Medici

0 665

“Quant’è bella giovinezza che si fugge tuttavia”

Suona così la celeberrima canzone di Bacco scritta da Lorenzo de’ Medici nel lontano Rinascimento. Distante nei secoli, ma di estrema attualità, la poesia è un inno alla vita al godersi gli anni fuggevoli della gioventù.

Proprio di questo potrebbe parlare “La Giovinezza” la nuova pellicola in produzione di Paolo Sorrentino. Le riprese sono iniziate ieri a Venezia, in una zona poco conosciuta, intima. Prima location: una casa di riposo. Nel cast Michael Caine ed Harvey Keitel come protagonisti.

img1024-700_dettaglio2_Paolo-Sorrentino---La-grande-bellezza-foto-Gianni-Fiorito-15

Sarà per l’atmosfera magica e mai scontata della città, sarà per gli attori che figurano tra i più ammirati degli ultimi anni, il film sembra già iniziare sotto una buona stella.
Ancora non sono trapelate notizie sulla trama, ma il titolo ci è già di aiuto per ipotizzare il tema principale, quello dell’ età giovanile, questione di grande interesse per poeti e artisti di ogni epoca.

Se De’ Medici invita i ragazzi ad essere lieti, perchè “del doman non c’è certezza”, per Herman Hesse la giovinezza è come un sogno, un delirio onirico.
Chissà qual’è la visione di Sorrentino. “La Grande Bellezza” è pieno di contenuti elevati e speriamo quest’ultima fatica non sia da meno. Anche lui come De’ Medici ed Hesse ci fornirà una sua interpretazione sulla più allegra e lieta delle stagioni della vita.

Alice Picci per 9ArtCorsoComo9

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.